Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovi numeri civici nelle vie del Comune: «L’ultima revisione risaliva a 25 anni fa»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Dopo oltre venticinque anni a Castiglione della Pescaia stiamo realizzando la revisione generale della toponomastica e della numerazione civica su tutto il territorio comunale – dichiara Walter Massetti, assessore alle Finanze e Bilancio del Comune di Castiglione della Pescaia -. Nelle frazioni di Tirli, Buriano e Vetulonia questo lavoro è terminato e sta già dando i primi risultati».

«L’incremento edilizio e demografico che ha avuto negli anni il territorio comunale di Castiglione della Pescaia – sostiene l’assessore Massetti – a seguito dell’approvazione di nuovi piani di lottizzazione e con una popolazione sempre in aumento, ci porta a riordinare e assegnare nuove vie e numeri civici, ma anche a modificare la toponomastica esistente».

«Questo nuovo assetto – ha affermato Massetti – rappresenterà uno dei modi più immediati per l’individuazione e la collocazione degli immobili e degli individui sul territorio e tale rilevazione rappresenta un elemento indispensabile per perseguire anche una efficace lotta all’evasione fiscale. Inoltre, una corretta numerazione civica produce vari benefici nei confronti della cittadinanza come l’intervento veloce dei servizi di pronto soccorso e gli addetti degli uffici posatali saranno facilitati nella consegna della corrispondenza».

«Con questa revisione della toponomastica – prosegue Massetti – stiamo mettendo fine a alcune anomalie, quali ad esempio l’utilizzo di numeri civici uguali nella stessa strada, l’assenza di essi o ancora la denominazione di vie non più attuali o con una terminologia sbagliata».

«In passato – aggiunge l’assessore – queste imprecisioni hanno generato non solo una serie di problematiche nella predisposizione delle liste anagrafiche comunali, ma anche nella gestione tributaria, a causa delle difficoltà di inoltro delle cartelle esattoriali. Per tutti questi motivi abbiamo ritenuto necessario affrontare tale questione».

«Avere una numerazione civica corretta – conclude Walter Massetti – porta immediati vantaggi in quanto si può collegare immediatamente il cittadino al territorio dove abita e lavora, ma anche nei confronti di altri enti pubblici come Inps, Motorizzazione Civile, Ministero delle Finanze, Agenzia del Territorio e privati fornitori di servizi, ai quali daremo informazioni puntuali rispetto al rapporto cittadini-territorio».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.