Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A 82 anni ha girato il mondo in bicicletta: Capalbio è la sua ultima tappa italiana

CAPALBIO – Oltre 400mila chilometri in 19 anni, percorsi tutti in sella alla sua bicicletta. Janus River, 82enne, di padre polacco e madre russa, ex impresario che ha lavorato a lungo in Italia, quasi un ventennio fa decise di lasciare tutto ed iniziare a girare il mondo in bicicletta, toccando circa 200 nazioni, attraversando la Russia, l’Australia e il Sud America.

Adesso è in Italia, dove con la provincia di Grosseto chiude il suo percorso prima di imbarcarsi per la Colombia, da lì raggiungerà la Terra del Fuoco, poi l’Australia, per arrivare, nel 2028 all’età di 91 anni in Cina dove, se la salute lo assisterà, concluderà il suo percorso per poi ritirarsi a Bora Bora e lasciare la sua eredità a 50mila bambini orfani russi con un piccolo omaggio di 5 dollari a testa.

In Maremma è stato ospitato a Capalbio, dove è stato accolto dal sindaco Settimio Bianciardi e dall’assessore Gianfranco Cheliniì. Come sempre non ha voluto dormire in un letto, ma nel suo sacco a pelo all’aperto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.