Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Palmieri: «Campi polivalenti abbandonati: e i giovani costretti andare in strutture private»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – “Ormai sono oltre tre anni che i campi polivalenti (di calcetto e di tennis) sono fermi a Castiglione della Pescaia” a dichiararlo è il consigliere comunale di Forza Italia di Castiglione della pescaia Massimiliano Palmieri.

“Voglio raccontare la storia della nascita della struttura: nell’area c’era un bocciodromo all’aperto costituito da due campi. La realizzazione risale al 1985, ma, purtroppo, non raccolsero molto successo a causa della loro collocazione piuttosto scomoda. La loro attività durò solo i primi anni, dopodiché la struttura, anno dopo anno, venne sempre meno utilizzata fino alla chiusura, sia per la mancanza di giocatori, sia perché il campo era sprovvisto di coperture”.

“Nell’epoca di governo del centrodestra, lo spazio fu modificato, sostituendo il bocciodromo con campi polivalenti, dove veniva esercitato il tennis e il calcetto – prosegue la nota -: una struttura innovativa a quei tempi. Oggi, a distanza di tre anni, ci troviamo di fronte al totale abbandono dell’area, come si può constatare dalle foto”.

I consiglieri Giannone e Palmieri hanno richiamato “l’amministrazione dell’amministrazione più volte, persino con un’interrogazione, ma ad oggi il problema non è stato risolto. Si parlava di spogliatoi, che sarebbero stati molto utili all’impianto, però, attualmente, quello che interessa è vedere la struttura attiva, rinnovando il manto sintetico da gioco, perché molti giovani sono costretti a rivolgersi a strutture private per poter giocare. Mi auguro di rivedere l’impianto attivo quanto prima, anche per ridonare vitalità alla zona”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.