Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Big della musica in Maremma: sul palco di Festambiente torna Max Gazzè

RISPESCIA – “Ecco il secondo big di Festambiente 2019: il 16 agosto salirà sul palco Max Gazzè. Torna al festival nazionale di Legambiente uno dei più grandi amici della manifestazione oltre che un artista poliedrico e dalla spiccata sensibilità ambientale” a farle sapere Festambiente in una nota.

Annunciato il secondo dei cinque grandi nomi della musica internazionale che saliranno sul palco di Festambiente dal 14 al 18 agosto: il 16 sarà la volta di Max Gazzè. Torna dunque al festival nazionale di Legambiente uno dei più grandi amici della manifestazione oltre che un artista poliedrico e dalla spiccata sensibilità ambientale. Max Gazzè rappresenta per Festambiente un vero e proprio punto di riferimento e dall’associazione ambientalista fanno sapere che quello che porterà in scena sarà uno spettacolo all’insegna non solo della buona musica ma anche e soprattutto della sensibilizzazione nei confronti delle tematiche ambientali.

«Anche quest’anno – prosegue la nota – Festambiente continuerà a sensibilizzare i partecipanti ad adottare stili di vita sempre più sostenibili e lo farà puntando con ancora più forza e determinazione su focus come la lotta alla plastica, il risparmio idrico ed energetico, l’abbassamento delle emissioni e la mobilità sostenibile. Argomento principale dell’edizione del festival anche la lotta ai cambiamenti climatici che coinvolgerà in modo significativo tutti gli artisti della programmazione musicale del festival in una nuova declinazione di palco in cui la “musica per il clima” sarà la protagonista assoluta. Una sorta di palinsesto creato per sensibilizzare il pubblico di Festambiente sull’importanza di tutelare il Pianeta con azioni concrete al fine di ridurre gli impatti sull’ambiente».

«Il protagonismo dei giovani di tutto il mondo – spiega ancora la nota – che stanno realizzando una vera e propria rivoluzione dal basso, nata allo scopo di sensibilizzare i decisori politici ad intraprendere politiche davvero sostenibili per salvare il Pianeta, deve essere colto al volo, coltivato e soprattutto ascoltato. Per questo motivo, anche nell’edizione 2019 di Festambiente verranno messe in pratica una serie di azioni concrete e buone pratiche in fatto di raccolta differenziata, azzeramento delle emissioni climalteranti, energie rinnovabili, sana alimentazione, biologico, laboratori per i più piccoli, dibattiti, incontri, cinema, teatro e molto altro. Tutto con la musica a fare da valore aggiunto oltre che da catalizzatore».

«Ospitare ancora una volta Max Gazzè a Festambiente – ha dichiarato Angelo Gentili, coordinatore del festival – è per noi motivo di orgoglio e di grande gioia. Max, oltre che uno straordinario e poliedrico artista, cantante, bassista e compositore, è da sempre un grande amico del nostro festival e ci è sempre stato molto vicino. Con lui condividiamo non solo la passione per la musica ma anche quella per i grandi temi sociali, in primis la difesa dell’ambiente. In occasione della sua esibizione – ha continuato Gentili -, Gazzè coinvolgerà i partecipanti in una serata assolutamente unica e allo stesso tempo li porterà a riflettere ed a comprendere che il momento di agire è adesso. Quella di Max Gazzè è per noi una conferma di come la musica sappia conciliare impegno sociale e passione e riesca a fare da moltiplicatore di messaggi di speranza per il futuro. E proprio questo – ha concluso Gentili – succederà la sera del 16 agosto a Rispescia: un momento indimenticabile di riflessione collettiva oltre che di gioia condivisa ed ovviamente di grande musica nella magica atmosfera di Festambiente»

Insieme a Gazzè saliranno sul palco i suoi musicisti di sempre: Giorgio Baldi (Chitarre), Cristiano Micalizzi (Batteria), Clemente Ferrari (Tastiere) e Max Dedo e una particolarissima sezione fiati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.