Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

I vigili del fuoco al Quarto Stormo per ripristinare le barriere di arresto degli aerei

GROSSETO – I vigili del fuoco di Grosseto hanno effettuato un’attività congiunta con il 4° Stormo per rimettere in piena efficienza le barriere di arresto velivoli e consentire il traffico militare e civile dell’aeroporto. Il supporto fornito dai vigili del fuoco, con uomini e mezzi speciali, ha fatto si, in breve tempo, il ripristino delle barriere d’arresto, con il minimo impatto sull’efficienza della pista e sull’attività di volo.

Le barriere di arresto sono dei dispositivi utilizzati su aeroporti militari, civili e su portaerei, utilizzati per far decelerare i velivoli e consentire, in atterraggio, l’arresto degli stessi all’interno della pista, in condizioni di massima sicurezza per pilota e per eventuali passeggeri.

In particolare per l’attività, i vigili del fuoco hanno messo a disposizione una speciale gru che, insieme all’impiego di personale altamente qualificato, ha consentito la rimozione e la successiva sostituzione degli apparati di frenatura dei velivoli, utilizzabili in caso di emergenza.

Il Quarto Stormo dipende dal comando squadra aerea per il tramite del comando forze da combattimento. Si occupa di assicurare la difesa aerea dell’area d’interesse nazionale, concorrendo al controllo, sin dal tempo di pace, dello spazio aereo relativo ed effettuare operazioni di difesa aerea nelle aree assegnate, nel quadro della partecipazione a operazioni internazionali di prevenzione e gestione della crisi”. Nello specifico il reparto è impegnato nel aervizio di allarme, 365 giorni all’anno, 24 ore al giorno, attraverso l’impiego del velivolo Eurofighter. Il Quarto Stormo si occupa inoltre di assicurare la conversione operativa dei piloti della forza armata da impiegare nella linea EF2000.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.