Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Brogi incontra Megale e Cerboni: «Mi piacerebbe unire le ciclopiste dei due Comuni»

ROCCASTRADA – “Unire le ciclopiste di Grosseto con quelle del comune di Roccastrada, partendo da una sinergia sul territorio che coinvolga anche le ferrovie” è il messaggio lanciato dal candidato sindaco di Roccastrada di “Un Futuro per Tutti” Ulderico Brogi al termine di un incontro pubblico con l’assessore ai lavori pubblici di Grosseto Riccardo Megale e con l’assessore al bilancio Giacomo Cerboni.

“Megale e Cerboni – ha spiegato Brogi- hanno ripercorso il progetto che ha portato alla realizzazione della pista ciclabile fino al ponte sull’Ombrone, quello del ponte stesso e quello della pista che raggiungerà il parco di Roselle, analizzandone anche i benefici immediati sulle attività produttive della zona. “Da qui l’idea di collegare i due comuni attraverso un accordo che parta dalla presenze di due stazioni ferroviaarie, quella di Roccastrada e di Sticciano, per raggiungere quella di Grosseto dove, a breve, ci sarà un punto di affitto di biciclette. Questo per puntare sulla mobilità dolce e su un turismo cosiddetto ‘slow’ che è sempre più ricercato”.

L’idea e la proposta che Brogi ha avanzato a Cerboni ed a Megale è quella di unire le reti ciclabili dei due comuni “Roccastrada – afferma Brogi- è rimasta completamente fuori sia dal Corridoio Tirrenico Ciclabile, cui deve essere collegata, e io penso all’utilizzo dell’argine del fiume Bruna che dalla zona di Ribolla conduce fino a Castiglione della Pescaia dove incontrerebbe la nuova ciclopista, dall’altro sembra essere esclusa anche dall’idea della Due Mari Tirrenica, che, potrebbe rappresentare una nuova risorsa, con ciclopiste da ragionare sia attraverso l’area di Monte Leoni, che ricollegandosi a quella che conduce al parco archeologico di Roselle. Tutto questo valorizzando anche il turismo di chi ama camminare o di chi va a cavallo”.

“Insomma – conclude Brogi – un circuito virtuoso che come dimostra l’esperienza di Grosseto con il ponte sull’Ombrone va ricercato anche in altri territori, come ha spiegato l’assssore Megale. A me piace pensare Grosseto sul modello Bordeaux dove il vero valore aggiunto della città è il territorio circostante e Roccastrada ha luoghi bellissimi da offrire al visitatore”. Da qui la conclusione di Brogi. “Molti dei nostri agriturismi – afferma Brogi- possono contare su appassionati che cercano sentieri per le passaggiate, ciclopiste per andare in bicicletta o luoghi da afftrontare a cavallo. Questa è una sfida ed un obiettivo che da sindaco intendo portare avanti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.