Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Brogi all’attacco di Limatola: «Sulle telecamere mente, non è vero che ci sono»

ROCCASTRADA – “Il rispetto per i cittadini ed anche per gli avversari non è partecipare ai dibattiti, ma dire la verità e il sindaco uscente Limatola sa che sulla sicurezza non l’ha detta, visto che millanta di aver posizionato telecamere laddove non ci sono”. Così il candidato sindaco della lista “Un Futuro Per Tutti” Ulderico Brogi va all’attacco del primo cittadino ricandidato.

“Limatola ha più volte ripetuto di aver dotato i paesi di Sticciano e di Sassofortino di telecamere – afferma Brogi- ma non ce n’è traccia”. Brogi calca dunque la mano. “Anziché preoccuparsi, con qualche assessore, della mia vita privata e del tempo che dedico a mio figlio– afferma Brogi- non farebbero meglio a riflettere su quanto vanno dicendo, ben sapendo che stanno prendendo in giro i cittadini?”. Ulderico Brogi va anche oltre. “Limatola e la sua lista – sostiene- vendono come un grande risultato la nuova caserma dei carabinieri di Roccastrada, peraltro non ancora operativa, facendosi il loro spot elettorale, dimenticando però che per anni il paese capoluogo è stato sprovvisto della stazione. Una situazione per noi molto grave e che doveva essere risolta prima”. Qui parte l’attacco politico di Brogi.

“Il sindaco ricandidato – afferma- è molto bravo a nascondere l’evidenza, a partire dal simbolo del Pd rappresentato dalla sua lista e cercando di mascherare dietro al suo nome la vera identità che poi è quella del suo alter ego politico, cioè Leonardo Marras, entrambi a suo tempo folgorati da Matteo Renzi. Credo che la civicità sia comunque identità e trasparenza. Noi ad esempio non nascondiamo di ispirarci al governo gialloverde grazie ad un forte sostegno della Lega e di una parte degli elettori del Movimento Cinque Stelle, esecutivo che in tema di sicurezza ha fatto e sta facendo molto”. Su questo tema interviene l’onorevole della Lega Mario Lolini.

“Sono convinto – afferma il deputato- che con Ulderico Brogi come sindaco i cittadini avranno la massima attenzione ai loro bisogni di sicurezza. Come Governo non solo abbiamo stanziato fondi importanti con il Decreto Sicurezza, a Roccastrada sono arrivati 70mila euro da spendere entro fine maggio, con il Decreto Crescita ne arriveranno altri 50mila, che potranno essere impiegati anche per le telecamere e da spendere entro fine ottobre, ma abbiamo anche previsto un incremento di agenti di polizia e di carabinieri sul territorio provinciale a disposizione di Questura e Comando dell’Arma, dato nuovi poteri ai sindaci e la possibilità di rafforzare la Polizia Municipale, ma anche di potenziare il controllo del vicinato che a Roccastrada è nato con il gruppo San Niccolò presieduto da Fabrizio Tronconi. Il Pd, purtroppo, su questo tema ha fatto ben poco lo sanno benissimo, nonostante sbandierino come icona l’ex ministro Minniti. Vogliamo paragonarlo all’azione del Ministro Salvini e del governo gialloverde che hanno dimostrato di essere vicini a territori come Roccastrada, così come non aveva fatto nessun altro esecutivo da decenni? La risposta è semplice così come la convinzione che Ulderico Brogi saprà sicuramente utilizzare queste nuove risorse al meglio per i cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.