Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Alla 167 situazione disastrosa» dall’erba alta alle strade strette, tutto quel che non va per Travison

SCARLINO – «Anche la 167 di Scarlino soffre della totale incapacità del centrosinistra di Scarlino di dare risposte ai suoi residenti» afferma la candidata sindaco Francesca Travison. «Se alle Case la situazione è disastrosa non va meglio nel capoluogo, dove una zona non ha mai avuto quanto promesso dall’amministrazione comunale. Alla 167 la cura dell’abitato è praticamente nulla: appena si entra in via Belvedere ci si rende conto della carenza di attenzione da parte della Giunta. La staccionata del piccolo parco giochi è divelta, e in molti punti neppure esiste».

«Andando più avanti si nota un gazebo di cui non si capisce il senso, non tanto per la posizione quanto per il suo utilizzo: le tegole sono rovinate e non c’è nulla intorno se non erba alta. Più avanti ancora arriva la situazione peggiore. Quando quelle palazzine furono costruite venne realizzato un piccolo ponte che doveva servire a unire i complessi: oggi le scale sono coperte dal verde e quel muro sta cadendo a pezzi perché di lì passano dei camion troppo alti che spesso rimangono anche incastrati, come successo alcuni giorni fa. La strada che porta alla residenza per anziani del paese è stretta e pericolosa, certo non adatta a mezzi pesanti o di soccorso. Un palo della luce che cade, un muro che sta cedendo e che il Comune prima voleva far sistemare ai residenti se non che si è scoperto che quel punto è di proprietà comunale e quindi si è abbandonato il progetto di riqualificazione».

«La carreggiata è stretta per avere un doppio senso e in molti punti sta cedendo; dall’altro lato poi c’è una rotonda rovinata in più punti sempre per il passaggio di mezzi pesanti, e ancora la scarpata che dà su un meraviglioso panorama è incolta, sporca e preda delle scorribande notturne dei cinghiali. La promessa dell’Amministrazione, all’epoca della costruzione del comparto, fu che sarebbero stati creati degli spazi pubblici per il ricevimento del medico di base, o per altri servizi utili ai residenti. Nulla è stato fatto, anzi: i bus di linea non assicurano neppure i collegamenti necessari a chi vive lì. Eppure quel quartiere ospita decine di famiglie. Scarlino può pensare al benessere dei suoi cittadini: servono interventi urgenti da programmare quanto prima» conclude Travison.

Giovedì 16 maggio, alle 21, la candidata sindaco della lista “Scarlino può”, e i candidati consiglieri incontrano i cittadini di Scarlino al Puntone (sala Auser, via Poggio Spedaletto). La candidata spiegherà insieme al gruppo quali sono i punti del suo programma elettorale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.