Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

25 aprile: ecco gli appuntamenti in Maremma per la Liberazione, tra eventi e celebrazioni

GROSSETO –  Per il lungo ponte della Liberazione in Maremma sono previsti eventi e celebrazioni su tutto il territorio e, oltre alle cerimonie ufficiali, non mancheranno anche iniziative dedicate alla natura e al gusto.

A Grosseto si parte il 24 aprile con quattro giorni di eventi gratuiti con il Festival Resistente che ormai da tanti anni trova spazio al Cassero Senese di Grosseto. Giunto alla XXI edizione, il festival è in programma dal 24 al 27 aprile (vedi il link). Tra le iniziative previste dal programma del Festival Resistente, l’Isgrec inaugura mercoledì 24 aprile alle ore 18 nelle Casette del cinquecento del Cassero la mostra delle tavole originali del graphic novel “Gli anni migliori” di Stefano Casini, pubblicato nel 2018 dall’editore Tunué (vedi il link). La mattina del 25, poi, sono previste le cerimonie ufficiali di celebrazione della Liberazione, promosse da Anpi, Comune di Grosseto e Provincia (vedi il link).  Alle 13 tutti al Cassero per il pranzo Resistente (gradita prenotazione al 333.4949539). Alle 15 le letture per i più piccoli a cura del Teatro Shabernack e alle 16 la presentazione del progetto “Migranti e costituzione” a cura della sezione Anpi “E. Palazzoli” di Grosseto. La musica tradizionale e i canti sono protagonisti dalle 17.30 per festeggiare i dieci anni dei Briganti di Maremma (vedi il link).

Alla Galleria Eventi, in via Varese 18, prosegue la mostra personale del fotografo Franco Giomini, Miscellaneous, opere riguardanti realtà “differenti”, con la consueta passione e professionalità che caratterizzano questo artista dell’obbiettivo (vedi il link). I musei, durante il lungo ponte della Liberazione, restano aperti in città e nel resto del territorio (vedi il link).A Braccagni appuntamento da non perdere con la 41esima edizione della Fiera del Madonnino che si terrà dal 25 al 28 aprile (vedi il link).

Il Centro Ricovero Tartarughe Marine di via Bramante 83 a Marina di Grosseto, sarà aperto venerdì 26 Aprile per tutti coloro che amano il mare e desiderano contribuire alla salvaguardia dell’ecosistema marino. Prima visita ore 14.30, seconda visita guidata 18 con la responsabile scientifica del Centro che introdurrà il visitatore nel mondo delle tartarughe marine, con l’osservazione di pannelli, video e foto nella zona riservata alla didattica del mare (vedi il link).  Sono tanti anche gli eventi organizzati al Parco della Maremma tra cultura e natura: all’ex-Frantoio c’è la mostra di Maria Lia Guerrini, alias Lisarte, dal titolo “Mare, Parco e dintorni”, un’esposizione di sculture realizzate dall’artista, utilizzando la cartapesta, massello in rovere ed altri legni e metalli di recupero (vedi il link), mentre sono tanti gli appuntamenti anche per chi preferisce il buon cibo e le escursioni (vedi il link).

Sabato 27 aprile – alle ore 18 – è in programma a Batignano, nella piazza di Porta Grossetana, la presentazione del libro “Batignano – Il castello dell’argento e del beato”, testo curato dall’assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Grosseto, grazie all’impegno di Ambra Famiani. Il testo racconta attraverso le immagini e le parole le origini e la storia del borgo.

A Castiglione della Pescaia durante l’ultimo lungo fine settimana di aprile che porta al primo maggio sono in programma molti eventi sportivi e anche attività collaterali, tutte inserite nel cartellone della sesta edizione delle Giornate europee dello sport ideate dall’Amministrazione comunale (vedi il link)Giornate indimenticabili, immersi nella natura della Riserva Naturale Diaccia Botrona: fino a mercoledì primo maggio, il meraviglioso spettacolo della natura vi aspetta nella Riserva Naturale Diaccia Botrona con visite guidate in barchino e birdwatching (vedi il link). A Vetulonia prosegue la mostra all’interno del Museo civico archeologico Isidoro Falchi di Vetulonia la mostra “Alba etrusca” di Renato Ferretti (vedi il link). Il 27 aprile, poi,  disputerà la 2° corsa dei carretti castiglioesi-spericolati per un giorno. Organizzato dal Vespa Club Castiglione della Pescaia in collaborazione con il Ccn Centro Commerciale Naturale e il Ccc, Comitato Castiglionese Carnevale (vedi il link).

Gavorrano ricorda in tutte le frazione chi ha sacrificato la propria vita: il sindaco Andrea Biondi, insieme all’amministrazione, ha organizzato, per giovedì 25 aprile, una cerimonia commemorativa (vedi il link). Anche Scarlino ricorda le vittime del nazifascismo con una mattinata dedicata alla celebrazione del 25 aprile (vedi il link). Durante il ponte in paese  i musei restano aperti. Al Museo Archeologico del Portus Scabris ed al Centro di Documentazione Riccardo Francovich, sarà anche possibile richiedere la visita guidata ai monumenti come la Rocca Pisana e l’ex terminal minerario di Terra Rossa (vedi il link).

A Follonica prosegue Urban Art City, l’ampio progetto organizzato dalla Pinacoteca Civica di Follonica  che comprende una mostra di street art presso la Pinacoteca e che hanno come punto focale il tema della città (vedi il link) .  Nella città del Golfo sarà anche protagonista la musica: il 24 aprile si apre il terzo Festival Resistente di Follonica e alta Maremma, con i Matti delle Giuncaie, forti dell’ingresso di Simone Giusti giovane bassista di grande talento, che daranno il via al loro Etnic Tour (vedi il link).  Sabato 27 e domenica 28 aprile, poi, due giorni senza glutine, due giorni di eventi, due giorni di divertimento.  La Fonderia 1 ospita la Glutenfree Fest, la prima festa completamente senza glutine della provincia di Grosseto, giunta alla sua seconda edizione (vedi il link). “Una notte di 12 anni”, la vera storia di Pepé Jose Mujica, è il film in programma in sala Tirreno il 26 aprile alle 21,30: una serata evento, promossa dal Piccolo Cineclub Tirreno di Follonica in collaborazione con il Festival Resistente, a cui parteciperà il giornalista Flavio Fusi, volto storico del Tg3 (vedi il link).

La ricorrenza della Liberazione dal nazifascismo tra musica e memoria: saranno questi gli ingredienti delle celebrazioni del 25 Aprile a Follonica che inizieranno alle 10 e 15 col concentramento davanti al comune dei partecipanti al corteo. Subito dopo, intorno alle 13 si svolgerà nel giardino del Casello Idraulico il pranzo partigiano organizzato dall’Associazione Festival Resistente e alle 17 la giornata si concluderà con il concerto de gruppo De’ Soda Sisters, folk in salsa toscana (vedi il link).

A Massa Marittima sarà possibile visitare “La terra che l’inverno non fa morire”, la mostra fotografica di Andrea Berti ospitata dalla galleria Spaziografico e aperta fino al 3 maggio (vedi il link). Dal 25 aprile torna la lettura scenica come forma di teatro. E’ su questo concetto che è nato a Massa Marittima il Festival di Lettura scenica arrivato alla seconda edizione e che si svolgerà dal 25 aprile al 4 maggio. Una rassegna organizzata dall’Associazione Liber Pater in collaborazione con la Cooperativa Arcobaleno e il Comune di Massa Marittima (vedi il link).

La Festa della Liberazione, giovedì 25 aprile a Santa Fiora, inizia alle ore 11 con il ritrovo del corteo in piazza Garibaldi e poi tutto pronto per Canta Fiora, il festival delle contaminazioni musicali con un occhio alla tradizione, in programma nel borgo di Santa Fiora dal 25 aprile al 1° maggio (vedi il link). Proseguono, inoltre, le visite alla scoperta della “Residenza della montagna di fuoco”: è questo il significato in tibetano di Merigar. In questo luogo immerso nella natura, circondato da boschi di faggi e castagni, che sorge nei pressi di Arcidosso, alle pendici del Monte Labbro, da anni si coltiva la conoscenza di diversi ambiti della cultura tibetana (vedi il link). Il 25 aprile a Cinigiano si festeggia la Liberazione a partire dalle 10,30 del 25 aprile in piazzale Capitano Bruchi.

Sul territorio roccastradino prenderanno il via giovedì 25 aprile da Roccatederighi, Montemassi, Roccastrada e Sassofortino le celebrazioni  dedicate al 74esimo anniversario della Liberazione, che continueranno sabato 27 e domenica 28 aprile a Roccastrada (vedi il link) e che culmineranno con lo spettacolo teatrale “E’ bello essere liberi!” al teatro dei Concordi (vedi il link).

Il 25 aprile, a Monterotondo Marittimo si celebra l’anniversario della Liberazione: alle 9 e 30 ritrovo a Frassine per la deposizione della corona di alloro al monumento ai caduti. Seguirà alle 10, a Monterotondo Marittimo in piazza Cheli, la deposizione della corona di alloro al monumento ai Caduti con la partecipazione del corpo bandistico La Rinascente.

A Seggiano ci sono due mostre fotografiche di Daniele Badini: “Amiata per non dimenticare” e “il Giardino tra il cielo e la neve”  che saranno inaugurate tra oggi e il giorno di Pasquetta (vedi il link) .

A Orbetello  al Supermercato Coop di Orbetello prosegue la mostra di biciclette storiche e foto d’epoca “Una passione non solo in rosa” (vedi il link) . Al centro culturale Paragrano, a partire dal 20 aprile, arriva la mostra fotografica “Realtà parallele”, del fotografo e noto commerciante lagunare, Lorenzo Babbanini (vedi il link). Prosegue a Cosa la mostra dei quadri di un’affermata artista lagunare, Rossella Rispoli, che ha realizzato un percorso nel quale sono messe a confronto due forme di archeologia, quella classica e quella industriale (vedi il link). Una serata speciale dedicata ai talenti dei giovani è prevista il 27 aprile alle 21.15 all’auditorium Giovanni Paolo II° con lo spettacolo teatrale della compagnia dei MattAttori, “Multitalent, di che talento sei Factor?” (vedi il link). A Cosa rivive l’impero romano con lo spettacolo “De reditu suo – Il Ritorno”, lettura teatrale del poema di Claudio Rutilio Namaziano, domenica 28 Aprile alle ore 16, nelle vestigia millenarie dell’Antica Città di Cosa (Ansedonia) (vedi il link).

A Capalbio, fino al 25 aprile, prosegue la Capalbio in Fiera, allestita a Borgo Carige e  a Porto Santo Stefano prosegue la mostra “Donne e uomini dell’Argentario – ritratti da Mario Wongher” dedicati alla gente del Promontorio ospitata dalla galleria Artemare, in corso Umberto 77 – 79 ospita la mostra (vedi il link).  Nei giorni 25 aprile e 1 maggio l’Acquario Mediterraneo dell’Argentario sarà aperto, gli orari: 10:30-12:30 e 15:00-19:00. Sabato 27 aprile all’auditorium ex Omni di Porto Santo Stefano è il teatro a essere protagonista, a partire dalle 21, con Li Bindoli che tornano sul palco con “Tanto tonò che piobbe” e domenica 28 è dedicata al trekking sul monte Argentario con visita alla Festa di Primavera (vedi il link).

Sempre a Capalbio, a Borgo Carige, è di scena la compagnia pitiglianese dei Giubbonai. Appuntamento sabato 27 aprile alle 21,15, alla sala Tirreno con la commedia Pe gnente ‘nco troppu.

Il 26 aprile 26 aprile alle 17.30 al circolo Arci Manciano c’è un incontro condotto da Micha Bandini sul problema dell’interpretazione, tra ideologia e fake news (vedi il link). A Montemerano, territorio di Manciano, venerdi’ 26 aprile alle 18 nella biblioteca comunale di storia dell’arte, l’ Accademia del Libro in occasione delle iniziative della festa del patrono San Giorgio, propone le vittime salvate “La principessa, Andromeda, Angelica e altre eroine”,  una conversazione di Mariano Dolci e Marilena Pasquali (vedi il link).

A Pitigliano  riqualificato e ripristinato il cammino del Londini che è  aperto per visite libere (vedi il link) e sabato 27 aprile, torna l’iniziativa Pitigliano Underground,  un viaggio alla scoperta delle cantine monumentali di Pitigliano abbinato ad un contest fotografico. La foto vincitrice diventerà la cartolina di SettembrediVino19 (vedi il link). Sabato 27 parte la mostra fotografica di Gabriele Felici “Grazie dei muri a secco”: inaugurazione alle 17:30 nei suggestivi locali sotterranei dell’Associazione Strade Bianche in via Zuccarelli, 25 a Pitigliano e che resterà visitabile gratuitamente fino al 5 maggio (vedi il link).

A Sorano prende il via l’ottava edizione della rassegna d’arte MaremmArtExpò. Anche quest’anno si svolgerà dal 25 aprile al 1° maggio nel prestigioso edificio del 500 denominato il Cortilone situato nel borgo antico di Sorano. L’esposizione si svolgerà in concomitanza con la Festa di Primavera che prevede varie iniziative tra cui arte, artigianato, spettacoli, concerti, escursioni per le caratteristiche Vie Cave e molto altro. Gli stand gastronomici della sagra resteranno aperti sia a pranzo che a cena mentre il primo maggio soltanto a pranzo (vedi il link).

Domenica 28 aprile si concluderà la tradizionale Festa di San Giorgio, a Montorgiali, nel comune di Scansano. Il programma della giornata prevede al mattino alle 10 la Cavalcata storica fino al Santuario, antica usanza a cui partecipano gli abitanti di Montorgiali e dei paesi vicini e che ripropone la leggenda della lotta di San Giorgio con il drago. Alle 13 sarà imbandito il tradizionale pranzo di San Giorgio. Al pomeriggio, alle 17.30 gran finale con il concerto de “Le Donne di Magliano” dirette da Carla Baldini.

Per segnalarci altri eventi, scriveteci a redazione@ilgiunco.net

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.