Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Venerdì Santo, i fedeli celebrano la Passione di Cristo insieme al vescovo: ecco dove e quando

GROSSETO – Il Venerdì Santo, per antichissima tradizione, la Chiesa non celebra l’Eucaristia. Nelle ore pomeridiane ha luogo la celebrazione della Passione del Signore con la proclamazione del Passio secondo Giovanni, l’adorazione della croce e la comunione eucaristica.

Le celebrazioni:
Alle 8.30 il vescovo Rodolfo presiede, in Cattedrale, il canto delle Lodi con i canonici del Capitolo. Alle 17, sempre in Duomo, presiede la liturgia della Passione. Il Vescovo, entrando in silenzio, si prostrerà a terra davanti all’altare.
Celebrazioni della Passione in tutte le parrocchie. A Grosseto: ore 15 al Cottolengo, ore 17 a san Giuseppe e SS.Crocifisso; alle 18 a Santa Lucia, Sacro Cuore (preceduta, alle 15, dalla Via Crucis in Basilica), Addolorata, Santa Famiglia e Madre Teresa di Calcutta; alle 18.30 a San Francesco.

Alle 21 dalla Cattedrale muoverà la processione di Gesù morto, che attraverserà piazza Duomo, via Manin, porta Corsica, via Gramsci, via Ximenes, via Manetti, via Saturnia, via Depretis, viale Matteotti, piazza Rosselli, via Fallaci, corso Carducci per terminare di nuovo in cattedrale.
A Castiglione della Pescaia alle 21 Via Crucis per le vie del borgo medievale con partenza dalla chiesa della Madonna del Giglio. Alle 20.30 Via Crucis in Pian d’Alma. A Marina di Grosseto alle 21 Via Crucis da via del Tombolo alla chiesa.

«Il venerdì santo – fa sapere la Diocesi – si celebra anche la colletta pro Terra Santa, per esprimere con la preghiera e la raccolta delle offerte la solidarietà, il sostegno, la vicinanza di tutti i cristiani del mondo ai fratelli che custodiscono i luoghi santi e a sostegno delle tante opere educative e sociali portate avanti».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.