Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Festa con 160 podisti all’aeroporto: vincono Cialini e Ottobrino. Il comandante: «Grande evento»

GROSSETO – La Race Quarto Stormo non è una gara come le altre. Non può esserlo vista la location del tutto particolare, con dieci, velocissimi chilometri tutti all’interno dell’aeroporto militare di Grosseto. E anche quest’anno la corsa, valida come quarta prova del circuito di podismo Uisp Corri nella Maremma, ha dato spettacolo.

A imporsi è stato un vincitore a sorpresa, il chianino Leonardo Cialini, Polisportiva Chianciano, volto nuovo per il Corri nella Maremma. “Venivo da un periodo non proprio positivo – ha detto – vincere una gara del genere è davvero una grande soddisfazione. Vorrà dire che dovrò correre più spesso in Maremma”. Al secondo Matteo Di Marzo, del Team Marathon Bike. “Felice per questo risultato – ha spiegato all’arrivo – sto meglio e voglio continuare a crescere”. Poi un’accoppiata del Quarto Stormo, con Mirko Dolci e il mai domo Francesco Sbordone. “In realtà io lavoro a Livorno –ha ricordato Dolci – ma in questa gara non potevo mancare e ho dato tutto me stesso”. “Quando si gioca in casa bisogna sempre dare di più, anche perché ci sono i colleghi che ti prendono in giro – ha sorriso Sbordone – per me correre è una grande passione e lo faccio per divertirmi. Il risultato non conta”. Nei dieci anche Claudio Bruni, Cbs Roma, arrivato abbracciato a Iacopo Viola, Atletica Costa d’Argento, poi Marco Biagioni, Asd Impero, Luigi Cheli, Team Marathon Bike, Li Fu Tan, Atletica Rivellino, Yuri Ragnini, La Chianina Running.

Tra le donne finisce come a Su e Giù per le Mura: prima Antonella Ottobrino, Quarto Stormo, che precede Emanuela Grewing, Atletica Casone Noceto. Completa il podio Marika Di Benedetto, Atletica Costa d’Argento, vincitrice alla Run for Polio. “La stagione è iniziata bene – ha ricordato la Ottobrino – vincere in casa è ancora più bello”.

Come sempre curato ogni dettaglio dell’organizzazione, impagabile il lavoro di Fabio Santilli. “E’ facile immaginare che una corsa in una base militare – ha affermato l’organizzatore – presenta tutta una serie di criticità che le altre gare non hanno. Ma è bello continuare a essere presenti nel circuito e vedere la risposta degli atleti”. Ben 154, quelli giunti al traguardo. “Ormai è diventato un appuntamento sportivo nel cuore degli appassionati – ha commentato il colonnello Urbano Floreani, comandante del Quarto Stormo – abbiamo un’associazione veramente numerosa che ha organizzato questo bellissimo evento”.” Siamo qui come Quarto Stormo da sessant’anni – ha aggiunto – siamo cresciuti insieme alla città e spero che questa corsa possa aiutare a promuovere ancora di più la Maremma. Mi piace pensare che i podisti che oggi sono qui a correre e vengono da fuori provincia tornino anche per turismo. La base è parte della città, è sempre stata aperta al territorio e vive nel territorio. Questa gara è un’occasione ulteriore da sfruttare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.