Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tari, Casamenti: «Sconti per Isee bassi» Aldi: «Tariffe più alte per famiglie di tre persone»

ORBETELLO – In Consiglio comunale è stato approvato il nuovo piano delle tariffe Tari 2019. «Ci sono molte novità – afferma la Lista Patto per il Futuro -. Le tariffe per le utenze non domestiche che lo scorso anno avevano avuto una fortissima diminuzione avranno una nuova ulteriore diminuzione. Ristoranti, pizzerie, discoteche, carrozzerie, negozi abbigliamento, edicole, alberghi, ortofrutta, pescherie, fiori e piante, pizza al taglio, stabilimenti ecc.  avranno nuove diminuzioni in aggiunta».

«Per quanto riguarda le abitazioni i nuclei di 5 e sei membri avranno piccole riduzioni mentre i nuclei di 1,2,3,4, persone avranno aumenti contenuti che saranno coperti e superati con una importante modifica del regolamento tari approvata già dal Consiglio comunale che viene incontro ai soggetti più deboli. Infatti coloro che hanno nucleo di 1 e 2 persone potranno avere uno sconto sulla tari fino al 50% con un Isee fino a 18 mila euro, con nuclei di 3 persone uno sconto della tariffa fino al 50% fino con Isee fino a 15 mila euro, con nuclei di 4,5,6 uno sconto fino al 50% con Isee fino a 10 mila euro. Tali forti sconti ai cittadini che non vanno in tariffa, pur previsti nel regolamento tari, saranno coperti quindi con parte corrente del bilancio».

«Le domande per la riduzione dovranno essere presentate all’ufficio tributi entro il 15 giugno 2019. L’obiettivo dell’Amministrazione Comunale, che quest’anno non è stato possibile ancora realizzare nonostante una rivisitazione del piano rifiuti che solo in parte è stato accettato da Ato e che potrebbe essere accolto completamente a luglio di quest’anno, è diminuire la tariffa sulle abitazioni senza dover utilizzare la parte corrente di bilancio come quest’anno ma direttamente con il differenziale entrata-uscita del pieno rifiuti. Inoltre la somma di recupero dell’evasione tributaria che entrerà sul 2019 sarà molto cospicua e questo aiuterà per la per la riduzione delle tariffe abitazioni anno 2020 senza dover ricorrere alla parte corrente di bilancio per le agevolazioni». Conclude la Lista Patto per il Futuro.

E alla maggioranza risponde dall’opposizione Luca Aldi: «Nel Consiglio comunale di questa mattina sono stati approvati a maggioranza il Piano economico dei rifiuti e le nuove tariffe Tari. Purtroppo il costo dei rifiuti registra un ulteriore aumento dei ben 140 mila euro e conseguentemente vengono ancora aumentate le tariffe per i nuclei familiari fino a tre componenti, mentre rimangono sostanzialmente stabili per quelle più numerose, per le quali era scattato un forte aumento nel 2018».

«Nella seduta del Consiglio abbiamo evidenziato come l’attuale sindaco quando era all’opposizione sosteneva che le tariffe erano troppo alte e insieme all’attuale assessore Minucci in campagna elettorale prometteva di abbassarle. Ebbene sono tre anni che le tariffe progressivamente aumentano, insieme al costo complessivo della gestione dei rifiuti. Almeno l’Assessore Minucci ha riconosciuto di non essere riuscito ad abbassarle e se ne è assunto la responsabilità. Gliene diamo atto e al contempo sottolineiamo che un simile atteggiamento, purtroppo, il Sindaco non lo assumerà mai».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.