Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Arriva “Teatro on air”, la stagione tra grandi nomi e solidarietà

Più informazioni su

MASSA MARITTIMA – “Teatro on air” è una stagione teatrale che si svolgerà a Massa Marittima, nell’ex convento delle Clarisse in piazza XXIV Maggio, fino al 4 maggio e prevede spettacoli con grandi nomi del panorama teatrale nazionale, pensata per essere condivisa con le persone che non possono andare a teatro: non vedenti, disabili, malati e anziani.

Tutti gli spettacoli rinunciano alla scenografia ai costumi, alle azioni e si affida solo alla parola con un cartellone composto interamente da letture con la voce come unica e grande protagonista. il pubblico potrà essere presente in sala ma potrà seguire da tutta Italia gli spettacoli anche online in diretta, gratuitamente, tramite Radio Oltre la web radio dell’Istituto dei Ciechi Francesco Cavazza di Bologna accessibile da sito www.teatro-on-air.com oppure www.cavazza.it e con il quale condividere nello stesso istante le suggestioni e le emozioni della parola letta.

Dopo Giuseppe Cederna e Paolo Sassanelli Il terzo appuntamento di “Teatro on Air” è con l’attore Ivano Marescotti sabato 30 marzo ore 21 con “L’uomo nell’astuccio” di Anton Čechov più “In viaggio con il babbo”, testo dello stesso Marescotti. In questa novella del 1898, quel grande scrutatore di anime e descrittore di vizi e virtù sociali che fu Anton Čechov, narra con più compassione che sarcasmo l’incredibile vicenda di un uomo imbozzolato nelle sue paure e nella sua solitudine, così come viene raccontata da un anziano insegnante di nome Burkin al suo amico Ivan Ivanic dopo una battuta di caccia. Belikov, insegnante di greco talmente spaventato dal mondo da aver paura perfino di cedere al sonno, riassume in sé le più squisite caratteristiche dell’uomo mediocre ed esercita, non solo nel ginnasio in cui insegna ma nel villaggio intero, la tirannia del mainstream più becero. Qualsiasi novità lo terrorizza (“Chissà cosa ne verrà fuori”, si chiede di continuo con fare sgomento), ha una vera e propria passione per i divieti, e ogni sorta di infrazione alle regole (non solo sua, dell’intera comunità che spia con rigore certosino) lo getta nello sconforto.

Più autobiografico il testo dello stesso Marescotti proposto per la prima volta in teatro e dove l’attore racconta la storia di un viaggio con il suo “babbo”, puntando sul passaggio generazionale tra padre e figlio. Lo spettacolo sarà trasmesso in streaming gratuitamente da Radio Oltre sul sito www.teatro-on-air.com, disponibile per tutti coloro che non potranno venire a teatro! “Il teatro è un luogo che stimola le persone ad aggregarsi serenamente, a ridere insieme, a commuoversi insieme, a sognare insieme – sottolinea l’autore e regista Massimiliano Gracili ideatore della rassegna – e sostenere il progetto “Teatro on air” significa permettere a molte persone lontane, sparse per l’Italia e che normalmente non hanno accesso ai teatri, di poter fruire e godere gratuitamente degli spettacoli in cartellone grazie ad internet. In più significa contribuire allo sviluppo culturale di un territorio e compiere un atto di generosità a favore della collettività, dei giovani e delle persone meno fortunate”.

Il progetto è stato realizzato dall’Associazione Liber Pater con la Cooperativa sociale Arcobaleno e il sostegno del Comune di Massa Marittima e il Patrocinio della Regione Toscana e della Siae, è frutto della collaborazione tra l’Unione Italiana ciechi e ipovedenti e la Lega Italiana Lotta alla distrofia muscolare, l’Anmil (Associazione Nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi) e il Favo (Federazione Italiana delle associazioni di volontariato in oncologia). Il costo d’ingresso agli spettacoli è di 10 euro, info e prevendite www.teatro-on-air.com. Per chi vuole sostenere il “Teatro on Air” esiste una campagna di crowdfunding sulla piattaforma www.retedeldono.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.