Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sei maremmano se dici: «Mammina che cascataccia che ha fatto»

Più informazioni su

GROSSETO – Questa è un’altra di quelle espressioni ambivalenti tipiche dei maremmani. In un senso, infatti, la si può usare a mo’ di compatimento; in un altro senso in modo piuttosto cattivello. Ma di quali cascatacce si parla?

Nel senso più buono, si dice sgomenti: “mammina che cascataccia ha fatto” quando, incontrando un conoscente che non si vedeva da tempo, constatiamo il picco (negativo) del suo declino fisico. Una cascataccia, appunto.

Nel senso più malevolo (o malizioso) la stessa espressione si può usare nei confronti di un/una ex bello/a. Lo/la incontriamo dopo molto tempo, ce lo/la ricordavamo bello/a, affascinante e lo/La ritroviamo invecchiato/a male.

“Mammina che cascataccia. E pensa’ che era tanto belloccio/a e si dava un monte d’arie”, si dice all’amico gongolando un pochino perché da giovani i ruoli erano invertiti. È la legge del contrappasso, carino!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.