Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Fattoria delle anatre diventa proprietà comunale, trovato l’accordo con la Regione

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – In un’ottica di recupero di edifici e luoghi dismessi la giunta municipale di Castiglione della Pescaia continua a operare con lo sguardo rivolto al riutilizzo e riqualificazione di tali spazi. Nell’ultima seduta del Consiglio comunale è stata approvata la delibera, illustrata dall’assessore al patrimonio Federico Mazzarello, relativa alla convenzione che verrà stipulata con la Regione Toscana, per la durata di 19 anni, riguardante l’immobile e l’area di “Fattoria delle anatre”.

«Stiamo attendendo l’imminente uscita di bandi comunitari – spiega Mazzarello – ai quali parteciperemo per poter accedere ai finanziamenti necessari alla realizzazione di tutta una serie di lavori». La concessione, che inciderà sulle casse per 180 euro all’anno scadrà nel 2038. Con questo atto si va a completare un quadro di riorganizzazione delle aree adiacenti alla riserva naturale della Diaccia Botrona, all’interno della quale la maggioranza che amministra Castiglione, a seguito dell’attuazione del federalismo demaniale, ha acquisito gratuitamente alcune aree e la consegna anticipata della Casa Rossa in attesa del trasferimento definitivo a titolo gratuito.

«Il Comune – aggiunge la consigliera delegata alle politiche sociali Sandra Mucciarini – in questa fase verranno attivate le procedure per la progettazione di un intervento di recupero dei beni ottenuti in concessione per addivenire a funzioni correlate ad attività nel campo del sociale, e in particolare ci proponiamo di fornire gli strumenti necessari affinché si creino opportunità per il volontariato presente e operante nel territorio comunale». «Infatti – prosegue la consigliera delegata al sociale – è nostra intenzione arrivare alla realizzazione di una struttura utile ad un’aggregazione sociale di particolare importanza, prefigurando una fruizione per i ragazzi speciali, giovani e anziani».

«Il percorso che attiveremo – conclude Sandra Mucciarini – è quello di un coinvolgimento delle varie associazioni che operano nel sociale, anche nella fase progettuale, al fine di valutare attentamente quelle che sono le esigenze dei nostri concittadini. Successivamente, parteciperemo ai bandi per il finanziamento e la realizzazione dell’opera, se necessario attuata in più stralci».

«Con questo ulteriore intervento nel campo del sociale – sostiene il sindaco Giancarlo Farnetani – si completa il percorso degli interventi programmati in fase di approvazione del programma di legislatura relativo ai servizi per le famiglie e cittadini del nostro territorio».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.