Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Standing ovation per Digitalife: a Grosseto le storie di chi ha cambiato la propria vita. TUTTE LE FOTO E I VIDEO fotogallery

GROSSETO – Un film che ha conquistato tutti. Digitalife, il film che racconta come cambia la vita ha fatto il tutto esaurito anche a Grosseto. Sala piena e applausi per una pellicola che narra l’avventura collettiva della vita attraverso 50 storie. Tra queste anche una tutta maremmana, quella de IlGiunco.net, il quotidiano online della provincia di Grosseto, nato nel 2011 su iniziativa di alcuni giornalisti che in quell’anno furono licenziati dall’emittente televisiva in cui lavoravano.

Digitalife 2019

A presentare il film a Grosseto in questa terza tappa toscana di Digitalife, dopo Firenze e Borgo San Lorenzo, insieme al direttore de IlGiunco.net Daniele Reali, è stato Marco Giovannelli, direttore di Varesenews e produttore del film con Matteo Rainisio, “Ceo” di Edinet e uno dei protagonisti del film.

«Quando nel 2016 abbiamo iniziato a ragionare su cosa avremmo potuto fare per i venti anni di attività di Varesenews (il giornale digitale nato nel 1997 a Varese, tra i primi in Italia)  – ha detto Giovannelli – c’è venuta l’idea del film e la cosa straordinaria è che il progetto è piaciuto a due realtà importanti come Rai Cinema e Fondazione Ente dello Spettacolo che hanno poi deciso di produrre insieme a noi il film». Digitalife sarà nelle sale delle città italiane fino ad aprile e poi sarà messo a disposizione sulla piattaforma di Rai Play.

Presenti in sala alla proiezione il sindaco e presidente della provincia Antonfrancesco Vivarelli Colonna, il consigliere regionale Leonardo Marras, il sindaco di Follonica Andrea Benini, di Castiglione della Pescaia Giancarlo Farnetani, il vicesindaco di Pitigliano Paolo Mastracca e l’assessore di Grosseto Fausto Turbanti e il direttore del Parco delle Colline Metallifere Alessandra Casini.

IlGiunco.net e i partner dell’evento – L’evento di ieri sera con la proiezione del film Digitalife è stato un grande evento realizzato grazie alla collaborazione di importanti realtà del territorio. In particolare il centro commerciale Aurelia Antica e il cinema Multisala Aurelia Antica che dalla sua apertura è diventato un punto di riferimento non soltanto per gli appuntamenti cinematografici, ma anche per tutta una serie di eventi culturali e sociali di grande spessore. Sapori di Toscana, una delle aziende del food che più ha investito in Maremma negli ultimi anni con i suoi punti vendita a Grosseto (completamente rinnovato nel 2018) e Castiglione della Pescaia, per non parlare della sede di Siena. Tra l’altro Sapori di Toscana collabora già da tempo con tante realtà artigianali del nostro territorio come per esempio la pasticceria Asti di Grosseto. Da segnalare la presenza in degustazione dei vini di Rocca di Montemassi, la cantina del gruppo Zonin che più volte ha collaborato con IlGiunco.net per progetti editoriali e di promozione del territorio.

Il trailer del film: Digitalife: come cambia la vita

Il Film – Digitalife è  una pellicola lunga 75 minuti che affronta il cambiamento attraverso la vita di tante persone che parlano delle proprie esperienze. Un puzzle che con coraggio entra in tanti aspetti senza tralasciare il dolore, la rabbia, la malattia, la morte o fenomeni sociali drammatici come il cyberbullismo. Con questi ci sono tanti momenti anche di leggerezza, bellezza, arte, viaggi, lavoro. Insomma, DigitaLife ha l’ambizione di raccontare lo scorrere della vita con i suoi cambiamenti dovuti all’avvento del Digitale.

Prima e dopo il film – Qui in basso trovate i due interventi che ieri sera hanno fatto da cornice al film con gli interventi dei partecipanti.





Una storia maremmana: di vita e di digitale – IlGiunco.net

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.