Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Via i vecchi cassonetti per la differenziata, arrivano i nuovi. Ecco in quali vie

GROSSETO – A febbraio saranno rimossi i vecchi cassonetti stradali e il nuovo sistema di raccolta differenziata con le attrezzature informatizzate entrerà in funzione a pieno regime. Continua quindi la formazione rivolta agli utenti della zona industriale/artigianale: gli imprenditori, gli artigiani e i cittadini potranno partecipare al secondo ciclo di appuntamenti informativi in programma giovedì 7 febbraio (9-13 alla postazione in via Ambra), giovedì 14 (9-13 in via Topazio), giovedì 21 febbraio (9-13 in via Giordania), giovedì 28 febbraio (9-13 via Largo Sumatra).

In queste occasioni sarà illustrato dal personale tecnico di SeiToscana, assieme ai tecnici dell’Amministrazione comunale, il sistema di raccolta dei rifiuti urbani con modifiche e novità introdotte. Le nuove postazioni di raccolta si trovano in via Largo Sumatra, via Siria, via Smeraldo, via Borneo, via Topazio, via Aurelia, via Ambra, via Largo Iran, piazzale Cambogia, via Giordania, piazzale Laos, via Birmania e via Rubino.

Non solo: in queste ore la consegna delle tessere avverrà a domicilio, anche in vista della scadenza di febbraio, quando saranno rimossi i cassonetti stradali. “Giovedì 31 gennaio e venerdì 1 febbraio, dalle 9 alle 13, avverrà un secondo passaggio da parte del personale di Sei Toscana e del personale del Servizio ambiente del Comune di Grosseto per la consegna a domicilio delle tessere di accesso alle postazioni informatizzate destinate alla raccolta dei rifiuti a tutte quelle attività che non hanno ancora provveduto al ritiro – spiegano il sindaco di Grosseto Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore all’Ambiente Simona Petrucci -: invitiamo gli imprenditori e gli artigiani a collaborare alla buona riuscita di questo sistema, perché alla fine del mese di febbraio i cassonetti stradali saranno rimossi e in funzione ci saranno solo le isole ecologiche informatizzate. Di 550 utenti neanche la metà ha ritirato la card ed è quindi necessario velocizzare questo passaggio per poter agire il prima possibile in maniera efficace, nell’interesse di tutti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.