Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incidente stradale: si scontra contro un cinghiale e l’auto prende fuoco fotogallery

Più informazioni su

GAVORRANO – Uno scontro devastante, contro un cinghiale di oltre un quintale, un impatto che ha completamente distrutto l’auto che ha anche preso fuoco. L’incidente è avvenuto tra Potassa e il Bivio di Ravi, nel comune di Gavorrano, alle 22.30 di ieri sera. L’uomo, 42 anni, stava tornando da Piombino, alle 22.30, quando si è trovato davanti un cinghiale.

«Si tratta – racconta la moglie – uno dei tanti cinghiali che da anni ormai viaggiano indisturbati giorno notte. La macchina è andata completamente distrutta, ed ha anche preso fuoco tanto che sono dovuti intervenire Vigili del fuoco e Carabinieri. Sono anni che la situazione è questa, ed è l’ora di fare qualcosa».

Quello dell’attraversamento dei cinghiali, in quella zona, è un problema già più volte segnalato, anche attraverso il giorno giornale, e già in passato erano avvenuti incidenti. Tanto che il sindaco aveva anche emesso un’ordinanza al riguardo.

Anche il sindaco Andrea Biondi è intervenuto sull’argomento: «conosco la problematica, avendo fatto subito dopo il mio insediamento delle riunioni con la Polizia provinciale e la Direzione veterinaria della Asl per il problema dell’eccessivo numero di cinghiali sull’Aurelia nella zona di Bivio Ravi – Basse di Caldana. Proprio per questo, ad agosto, emisi un’ordinanza per la cattura e l’abbattimento dei molti cinghiali da parte della Polizia Provinciale, con autorizzazione della Regione Toscana».

L’ordinanza è stata però bloccata in via cautelativa da parte del TAR Toscana «su ricorso di un’associazione animalista (i cui avvocati e responsabili non credo sappiano neanche dove è il Comune di Gavorrano, e quale fosse la problematica) – prosegue Biondi -, pertanto l’intervento della polizia provinciale è stato solo parziale. Da agosto la sentenza del Tar sarà emessa tra pochi giorni. Purtroppo abbiamo le mani legate».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.