Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ato: «Bene assunzioni in Sei Toscana. Vigileremo sulle esternalizzazioni per evitare disservizi»

GROSSETO – “Abbiamo appreso con soddisfazione che Sei Toscana ha stipulato un accordo sindacale per l’assunzione di altri 50 dipendenti che porta a 150 il numero complessivo di nuovi assunti a tempo indeterminato, dando una concreta risposta al fabbisogno sociale di lavoro stabile e garantendo un miglior servizio all’utenza del servizio rifiuti, come fortemente richiesto dalle amministrazioni comunali che Ato rappresenta” a dirlo è dichiara Alessandra Biondi, Presidente del Consiglio Direttivo di Ato Toscana Sud.

“E’ un buon risultato che nasce anche dalle formali iniziative dell’Autorità d’Ambito nei confronti del management di Sei Toscana, sollecitando l’utilizzo di personale stabile che conosce il territorio e fermando il ricorso non controllato alle esternalizzazioni dei servizi”.

Sotto quest’ultimo profilo il Direttore Generale Paolo Diprima precisa che “le esternalizzazioni di servizi sono ora consentite a SEI Toscana solo a fronte di un Piano organico annuale autorizzato da Ato, al fine di predisporre per tempo, d’intesa con i Comuni interessati, le misure preparatorie necessarie per assicurare una piena continuità nella qualità del servizio prestato, prevenendo i gravi disservizi manifestatisi la scorsa estate in molti territori”.

“L’autorizzazione di Ato -dice ancora Diprima – nel limite del 23% dell’orario complessivo consentito dal contratto di servizio, sarà comunque riservata solo a operatori impegnati a prestare i servizi mediante personale con adeguata conoscenza del territorio servito, ad applicare scrupolosamente ai lavoratori le condizioni previste dai contratti nazionali di lavoro e a garantire il rigoroso rispetto delle misure di sicurezza sul lavoro, fermi restando infine gli impegni di inclusione sociale nei confronti dei lavoratori disagiati assunti da Sei Toscana in sede di gara. Entro il 31 gennaio dovrà essere presentato da Sei Toscana il Piano di esternalizzazioni per l’anno 2019 che Ato autorizzerà solo dopo aver consultato i Comuni interessati.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.