Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La fabbrica abbandonata: «Area da recuperare, deve essere trasformata in un polo scolastico»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – «Dopo decenni di degrado e di abbandono, l’amministrazione, in assemblea pubblica, ha riacceso i riflettori sulla rinascita dell’area ex Paoletti, invitando alla presentazione di idee progettuali che rilancino il sito» a dirlo il Movimento 5 Stelle in una nota che accoglie positivamente l’iniziativa.

«Pur avendo qualche perplessità sull’ipotesi di un mix tra pubblico e privato, e ritenendo che tale area debba essere ad esclusivo uso pubblico e sociale – chiarisce il Movimento – il M5S di Castiglione, augurandosi la più ampia partecipazione, si rallegra della proposta in considerazione del fatto che, secondo noi, lo sviluppo del paese deve ripartire dal recuperare le potenzialità presenti limitando il consumo di suolo. Consapevoli che la rinascita economica di un paese passa necessariamente da un suo sviluppo culturale e da un’interazione attiva e proficua tra scuola e realtà territoriale sottoponiamo, all’attenzione dell’amministrazione la proposta di creare un moderno e polifunzionale Polo Scolastico- culturale che possa servire anche da centro di aggregazione per i giovani del paese e non solo».

«Un complesso che raccolga tutti gli attuali plessi scolastici presenti in Castiglione della Pescaia – spiegano i 5 Stelle – e che preveda la creazione di sedi distaccate degli Istituti Superiori ad indirizzo Turistico e alberghiero o di altri indirizzi di studio legati alle realtà socio-economica e storica del territorio, che possa essere anche di interesse per giovani residenti in altri comuni, un polo completo di tutti i servizi, dalla mensa ad aree dedicate alle attività ludico-sportive, e quant’altro possa occorrere alla migliore formazione degli studenti».

«Riteniamo inoltre che la rivalutazione della ex Paoletti vada vista in un contesto più ampio – conclude il Movimento – che includa anche il vecchio municipio, struttura che visti gli spazi e l’ubicazione ha infinite potenzialità, e nel caso si procedesse nella direzione di un unico comprensorio scolastico, siamo propensi all’alienazione a favore di imprese turistico ricettive degli immobili che ospitano oggi le varie scuole di Castiglione».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.