Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Xylella in Maremma: «Evitiamo allarmismi. Uliveti e vigneti del territorio non corrono rischi»

GROSSETO – La Regione Toscana rende noto che il Servizio fitosanitario, nel corso del monitoraggio ufficiale per Xylella fastidiosa, ha rinvenuto per la prima volta sul territorio regionale, nel comune di Monte Argentario, alcune piante colpite dal batterio che attacca solamente alcune specie vegetali sensibili, portandole al disseccamento. Dai primi accertamenti è emerso che il batterio ritrovato appartiene alla sottospecie Multiplex, differente da quello che ha colpito l’olivicoltura pugliese, una sottospecie finora mai rinvenuta in Italia ma presente in Corsica e in Spagna.

“Secondo quanto dichiarato dalla Regione – afferma Paolo Giannini, direttore di Coldiretti Grosseto – non esistono condizioni per inutili allarmismi anche perché non sono state evidenziate infezioni a carico di olivi. Oltretutto le piante colpite, una quarantina in tutto, sono ginestre e mandorli nei dintorni di Porto Santo Stefano – da dove il batterio potrebbe essere sbarcato – zona particolarmente isolata dal resto della Provincia per la presenza della laguna di Orbetello”.

“Le potenziali vie di diffusione sono quindi limitate dalla natura dell’area – conclude Giannini – apprezziamo il lavoro di monitoraggio svolto dal Servizio fitosanitario regionale grazie al quale è possibile, con una identificazione tempestiva dei focolai, una rapida ed efficace azione di eradicazione attraverso la distruzione delle piante colpite e l’istituzione di una zona di rispetto. Evitiamo qualsiasi forma di allarmismo perché gli oliveti ed i vigneti così importanti per l’economia ed il paesaggio della Maremma non corrono alcun rischio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.