Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Grosseto sciupone, in finale va il Montignoso fotogallery

GROSSETO – Non bastano 95’ d’assedio al Grosseto per conquistare la seconda finale consecutiva di Coppa Toscana. Alla fine passa il Montignoso, con un gol in apertura di gara difeso a denti stretti fino al 95’. I biancorossi hanno prodotto una mole gigantesca di gioco, soprattutto nella ripresa, dimostrandosi però disordinati e sciuponi, e soprattutto troppo poco cattivi sotto porta. L’amaro in bocca rimane anche per il presunto rigore non concesso, in pieno recupero, per atterramento in area di Andreotti. Ma facciamo un passo indietro.

Dopo Gavorrano il Grifone torna a giocare una partita casalinga lontano dallo Zecchini, questa volta ospitato sul terreno sintetico di Paganico, dove mister Miano decide di non rischiare Camilli almeno inizialmente. Si affida al 4-3-3: Nunziatini tra i pali, Ciolli-Gorelli coppia centrale con Sabatini a sinistra e Pizzuto a destra, al posto di Cantore. A centrocampo Raito, Zagaglioni e Luci, con Cretella in panchina. Davanti spazio al tridente Boccardi, Andreotti e Pierangioli. Il Montignoso rispende con una squadra piena di ragazzini, tra i quali l’ex Nigiotti e il talentino Piscopo.

Dopo dieci minuti di studio arriva all’11’, quasi a sorpresa, il vantaggio del Montignoso con un siluro da fuori area di Lazzarini che pesca il jolly alla destra di Nunziatini. Il Grosseto risponde subito con la punizione di Zagaglioni ribattuta dalla barriera; la palla torna sui piedi di Boccardi che prova a sfondare e serve Andreotti sul primo palo, ma la sua conclusione è sull’esterno della rete. Al 19’ ancora Montignoso pericoloso con la punizione di Nigiotti che attraversa lentamente l’area di rigore senza trovare la deviazione vincente da parte dei compagni. Ancora Nigiotti, al 24’, ci prova con un tiro dal limite che si alza sopra la traversa, dopo una bella azione di Piscopo. Reazione d’orgoglio al 28’ di Gorelli, che su angolo di Zagaglioni gira al volo una gran palla sfiorando la traversa. Al 33’ l’occasione più ghiotta: Andreotti vince un rimpallo e parte in contropiede ma a tu per tu con Frongillo si vede deviare in angolo la traiettoria. Assedio dei padroni di casa che al 40’, dopo una bella triangolazione, ci riprovano da fuori con Zagaglioni: Frongillo para senza problemi.

Il primo sussulto della ripresa arriva all’11’ con un tiro di Boccardi che sbatte contro i difensori ed è facile preda del portiere. L’ingresso di Cretella e Molinari ravviva i biancorossi che al 20’ vanno di nuovo vicino al pareggio, stavolta con la punizione di Pierangioli. Due minuti dopo illusione del gol: Boccardi lascia sul posto un avversario, entra in area e calcia sul primo palo. I tifosi esultano, ma la sfera colpisce l’esterno della rete e si perde sul fondo lasciando solo l’amaro in bocca. Al 25’ ci prova anche Cretella, sempre da fuori, con un tiro che impegna Frongillo in angolo. Le occasioni per i padroni di casa si sprecano e la partita si trasforma in un assedio. Al 37’ il nuovo entrato Camilli va via sulla destra e crossa al centro per Molinari che stoppa al volo ma si vede soffiare il pallone proprio al momento del tiro. Ancora Molinari, pochi minuti dopo in mischia, non riesce a deviare un ghiotto traversone. Ancora un cross in area di rigore, stavolta di Luci, ma il colpo di testa di Cretella si spenge a fil di palo. L’ultima emozione arriva nel recupero, a un minuto dalla fine, quando Andreotti viene atterrato in area: i grossetani protestano ma il direttore di gara è inamovibile e ammonisce lo stesso Andreotti per proteste. Svanisce così la speranza di centrare la seconda finale consecutiva, dopo una partita dominata ma con troppi errori e poca cattiveria.

L’ultima nota di colore arriva proprio al termine della gara, quando i giocatori biancorossi si sono presentati a testa bassa davanti alla tribuna. Pochi gli applausi in risposta, almeno fino a quando i ragazzi della Curva Nord hanno cominciato a incitare la squadra, facendo partire anche l’applauso generale, ricordando a tutto il pubblico presente che il Grosseto è comunque primo, saldamente in testa alla classifica, con cinque punti di vantaggio sulla seconda.

 

 

Grosseto-Montignoso 0-1 (0-1)

GROSSETO: Nunziatini; Pizzuto, Ciolli, Gorelli, Sabatini; Luci (11’ st Molinari), Zagaglioni (11’ st Cretella), Raito; Pierangioli (28’ st Camilli), Andreotti, Boccardi. A disposizione: Cipolloni, Lepri, Cantore, Del Nero, Bianchi, Fratini. All. Miano.

MONTIGNOSO: Frongillo, Ferri, Mussi, Castellacci, Signorini, Bugliani, Piscopo, Lazzarini, Tonazzini (19’ st Offretti), Nigiotti (26’ st Berti), Fassone (45’ st Martinelli). A disposizione: Alberti, Pennucci, Marchetti, Barbieri, Tazzini, Grossi. All. Gassani.

Arbitro: Alessandro Donati della sezione di Livorno (Andrea Pacifici di Arezzo e Matteo Pacini di Empoli).

Rete: 11’ Lazzarini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.