Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vuole i soldi per lo specchietto rotto ma l’incidente non è mai avvenuto: la tentata truffa in città

Più informazioni su

GROSSETO – Aveva cercato di estorcere denaro a una cittadina grossetana con un falso pretesto ma la donna si è rivolta alla polizia: denunciato per tentata truffa un uomo siciliano di 35 anni.

Tutto è iniziato circa a metà settembre in viale Europa: la donna stava guidando e si è accorta di essere seguita da un altro veicolo, guidato appunto dal 35enne che le faceva cenno di fermarsi anche usando gli abbaglianti.
La signora si è perciò fermata e l’uomo avrebbe iniziato ad accusarla di avergli rotto lo specchietto della macchina, pretendendo di essere risarcito seduta stante. L’incidente, però, secondo la cittadina grossetana non era mai avvenuto e, alla richiesta di denaro, la signora ha proposto di chiamare le forze dell’ordine. E’ stato in quel momento che l’uomo si è allontanato con un pretesto.

Ma la signora non ha lasciato perdere e ha comunque chiamato la polizia che di lì a poco è intervenuta raccogliendo la testimonianza della donna. A seguito della denuncia sono iniziate le indagini della Polizia che, anche tramite l’analisi di alcune telecamere di sorveglianza, è riuscita poi a identificare compiutamente l’autore del reato: un cittadino italiano del 1983, nato e residente in Sicilia, che è stato rintracciato in Emilia Romagna e denunciato alla Procura della Repubblica di Grosseto per il reato di tentata truffa.

«L’uomo – fa sapere la Questura in una nota – è peraltro già gravato da precedenti di polizia per analoghe truffe. Non potendosi escludere che siano stati realizzati altri reati analoghi in ambito locale, si invitano i cittadini che possono esserne stati vittima e che non hanno provveduto a sporgere denuncia a contattare la Segreteria della Squadra Mobile, nei giorni di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 09 alle ore 13 ed il martedì ed il giovedì dalle ore 15 alle ore 19 per il tramite del centralino della Questura di Grosseto utenza 0564/433111».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.