Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rifiuti: «Con il porta a porta raggiunto il 65% di raccolta differenziata»

CASTELL’AZZARA – «Nel Comune di Castell’Azzara, grazie all’attivazione del “Porta a Porta”, la percentuale di raccolta differenziata si è attestata attorno al 65%» a farlo sapere è il sindaco, Fosco Fortunati.

«Abbiamo completato l’attivazione del servizio di raccolta rifiuti solidi urbani tramite il sistema di ritiro “Porta a Porta” includendo la frazione di Selvena – illustra il sindaco in una nota – abbiamo anche predisposto, per coloro che non risiedono abitualmente nel territorio comunale, degli spazi provvisti di cassonetti per la raccolta del differenziato, attivi, per i residenti non abituali, dal pomeriggio del venerdì fino al lunedì mattina. In aggiunta, per meglio controllare la raccolta del differenziato, abbiamo provveduto al posizionamento di foto trappole che ci permetteranno di scoprire e sanzionare chi non effettua una corretta raccolta».

«A breve, sempre cercando di richiamare il senso civico di tutti i Cittadini – prosegue il sindaco – intendiamo predisporre degli Ispettori ambientali per controllare il corretto contenuto dei rifiuti. Nel Comune di Castell’Azzara, grazie all’attivazione del “Porta a Porta”, la percentuale di raccolta differenziata si è attestata attorno al 65%, vicino agli obbiettivi di legge, che fissano una quantità pari al 70%. L’obbiettivo dell’estensione del sistema di raccolta “Porta a Porta” è quello di aumentare la percentuale di recupero delle varie frazioni merceologiche, riducendo al contempo il conferimento dei rifiuti in discarica ed assicurando così una corretta gestione finalizzata al recupero di materia, secondo quanto previsto dalle normative Europea e Nazionale, nonché dalla nuova programmazione Regionale, che crede profondamente nell’economia circolare e che ritiene necessario imprimere una forte spinta affinché diventi prioritario il recupero rispetto allo smaltimento».

«Il piano regionale, infatti – aggiunge Fortunati – si pone l’obbiettivo di raggiungere quanto prima il 70% di raccolta differenziata in tutta la Toscana, di non superare il 20% di smaltimento attraverso la termovalorizzazione e di limitare il ricorso alle discariche non oltre il10% senza prevederne di nuove. Il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani attraverso la metodologia del “Porta a Porta” consiste nella separazione domestica delle diverse tipologie di rifiuto(carta e cartone – organico –vetro – plastica, – alluminio, – tetrapak – non riciclabile) che saranno poi raccolte a domicilio dagli operatori del gestore SEI Toscana secondo orari e frequenze stabilite (riportate sul materiale informativo che sarà consegnato ad ogni utenza).n Pertanto l’obbiettivo che questa Amministrazione si è dato è quello di mobilitarsi per raggiungere la percentuale del 70% prevista dal Piano regionale e dalle normative vigenti».

«Il raggiungimento di tale obiettivo è una sfida da vincere e una grande opportunità per il nostro Comune e per l’ambiente – conclude il sindaco –
Grazie però alla collaborazione di tutti i Cittadini possiamo fare importanti passi in avanti, sia in termini di quantità di materiali avviati al riciclo che nel raggiungere quelle percentuali fissate che consentirebbero di ridurre notevolmente il costo pro capite della bolletta».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.