Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liberi e Uguali in assemblea: «Vogliamo un partito». Ecco tutti i nomi dei promotori

Più informazioni su

GROSSETO – Liberi e Uguali in assemblea. Riparte così l’attività politica della formazione che era nata poco prima delle elezioni del 4 marzo scorso. Un’assemblea che è stata “autoconvocata” da un gruppo di persone che hanno firmato un appello.

«Siamo cittadini, elettori, militanti – si legge nella nota – che hanno creduto nel percorso costituente di Liberi e Uguali, percorso di cui abbiamo visto i limiti, i ritardi, le inadeguatezze. Siamo stanchi di queste attese snervanti: abbiamo voglia di politica, di partecipazione e di democrazia. Vogliamo finalmente un partito: niente “riserve indiane”, né il partitino di ceto politico o di “testimonianza”: vogliamo dare inizio ad un cammino che si proponga come futura alternativa reale per il governo del Paese. Vogliamo costruirlo, il partito: un partito di massa, con una larga base di cittadini sensibili ai valori caratterizzanti la storia della sinistra di questo Paese: valori di libertà, solidarietà, equità, giustizia, rispetto per l’ambiente. Vogliamo un partito che accolga le forze di sinistra, arricchito dall’associazionismo, dalle realtà del territorio e della cultura: ma soprattutto vogliamo un partito che costruisca dal basso la propria classe dirigente e i propri leader: perché non c’è altezza senza base. Per questo ci autoconvochiamo per venerdì 12 ottobre alle ore 18:00 presso il circolo Arci Khorakhanè in via Ugo Bassi».

A firmare questo appello come primi promotori: Luca Alcamo, Telio Barbieri, Giuseppe Carrozza, Luigi Cesareo, Lodovica Confalonieri, Lucio Corsetti, Luigi D’Ambrosio, Francesco Falciani, Marco Giuliani, Nadia Rico, Riccardo Simoni e
Carlotta Sorrentino.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.