Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il camper di Zia Caterina arriva in Maremma: a Grosseto e Ravi le tappe di Kikkohome fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – Inaugurato pochi gironi fa a Parma, Kikkohome, il nuovo taxi camper di Zia Caterina e dell’associazione Milano 25, arriverà anche in Maremma nel tour che toccherà tre Regioni: Toscana, Emilia Romagna e Umbria.

In provincia di Grosseto farà una doppia tappa: nel pomeriggio sarà in città, nel capoluogo, mentre la sera alla miniera di Ravi Marchi nel Comune di Gavorrano.

In particolare Kikkohome arriverà nel pomeriggio di sabato 15 settembre nel piazzale della chiesa del Cottolengo, dove dopo la messa (17,30), con la collaborazione della parrocchia, a partire dalle 18,30 saranno organizzate diverse di attività e sarà presentato il coloratissimo camper alla città. Di sera poi Kikkohome si sposterà da Grosseto a Ravi e per questa tappa tutta maremmana, al volante del camper ci sarà il consigliere regionale Leonardo Marras, che nei giorni scorsi ha partecipato anche alle presentazione del progetto dell’associazione Milano 25 in Regione a Firenze. Alle 20,30 è in programma, nel sito minerario di Ravi Marchi (alle porte del paese), la cena di solidarietà in favore di Milano25 onlus, nell’ambito di “Kikkohome incontra Sole”, l’iniziativa in ricordo di Maria Sole Marras.

Il progetto: dal taxi al camper – Il nuovo progetto di Zia Caterina, all’anagrafe Caterina Bellandi, e di Milano 25 è quello di affiancare al taxi un camper, il TaxiHome: una casa viaggiante accessibile a tutti. Il progetto è stato possibile grazie alla solidarietà di molte persone che hanno sostenuto Milano 25 Onlus, raccogliendo quasi 63mila euro, cifra che, insieme al contributo concesso dalla Regione, è stata utilizzata per realizzare questo “grande sogno di supporto sociale”. I bambini seguiti da Milano 25 Onlus e da Zia Caterina sono infatti, nella maggior parte dei casi, in cura presso il reparto di Chirurgia ortopedica oncologica del CTO di Firenze o presso il reparto di Neuro-oncologia infantile dell’ospedale pediatrico Meyer e sono affetti principalmente da tumori celebrali e osteosarcomi ossei, patologie che, oltre a essere ad alto rischio, causano disabilità importanti. Il progetto è stato riconosciuto dalla Regione Toscana come strumento per l’inclusione ed il contrasto sociale e verrà inaugurato l’8 settembre 2018 al Salone del Camper di Parma.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.