Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Depuratore e cattivi odori: sopralluogo del sindaco. «Il Comune segue da vicino la situazione»

Sindaco Benini: Iniziata già da alcuni giorni l'attività di rimozione dei fanghi da parte dell'Acquedotto del Fiora, il Comune di Follonica rimane fortemente vigile sulla gestione del depuratore e sull'emissione di cattivi odori.

Più informazioni su

FOLLONICA – Questa mattina il sindaco di Follonica Andrea Benini e i tecnici del comune di Follonica,  hanno effettuato un ulteriore sopralluogo all’impianto, al fine di accertare il procedere dell’attività di smaltimento e chiedere al soggetto gestore una movimentazione più massiccia del materiale.

“Pur riconoscendo gli sforzi compiuti dall’Acquedotto – dice il sindaco di Follonica Andrea Benini –  l’Amministrazione comunale auspica che si giunga in breve tempo a superare quelle criticità legate ai miasmi che creano disagi soprattutto nel quartiere che accoglie l’impianto di depurazione. Il vuoto normativo nazionale e la tardiva emanazione dell’Ordinanza da parte della Regione Toscana ha prodotto, infatti, il prolungarsi di una situazione che, a parere del Comune, non è più tollerabile dal punto di vista della qualità dell’aria”.

Intanto, nei giorni scorsi è stato firmato un verbale di intesa tra la Regione Toscana, Arpat, Autorità Idriaca Toscana  e i gestori del servizio idrico integrato, finalizzato a condividere il percorso di attuazione dell’Ordinanza emanata i primi di agosto.
” E’ stato deciso di istituire un tavolo tecnico – aggiunge Benini – al quale fare partecipare un rappresentante per ciascuno degli enti coinvolti: ciò permetterà di attuare nel modo più efficace possibile l’Ordinanza regionale, nonché individuare, una volta a  regime, le modalità più incisive di gestione dei fanghi prodotti dagli impianti del servizio idrico integrato.

Ogni soggetto coinvolto si è assunto il compito di assicurare la migliore attuazione delle disposizioni regionali e individuare soluzioni impiantistiche adeguate a garantire una corretta gestione dei fanghi.
Vogliamo che gli impegni presi diventino realtà, nel più breve tempi possibile, le situazione non é più tollerabile” .

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.