Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Solidarietà per Massimo”: parte la raccolta fondi per aiutare Borghi a sostenere le spese legali

Più informazioni su

GAVORRANO – “Solidarietà per Massimo”. Si chiama così l’iniziativa in programma per sabato 7 luglio a Bagno di Gavorrano. Un appuntameto voluto per raccogliere fondi da destinare a Massimo Borghi e consentire così all’ex sindaco di Gavorrano di sostenere le spese legali della sua lunga vicenda giudiziairia. Una vicenda che si è conclusa in modo positivo e che per sette anni ha visto al finaco di Borghi un gruppo di donne. E proprio questo grupppo ha lanciato l’idea di organizzare un’iniziativa pubblica di solidarietà.

«Ci fa piacere – si legge nella nota del gruppo donne – dire che, dopo sei anni di battaglia giudiziaria la Corte dei Conti di Roma, in ultima istanza, ha accolto l’appello di Massimo Borghi e con la Sentenza 201/2018 notificata il 12 Giugno scorso, ha stabilito che l’ex sindaco del Comune di Gavorrano non ha arrecato nessun danno all’erario comunale, scagionandolo da questa infamante accusa. In poche parole la sentenza ha decretato che Massimo Borghi, come amministratore non ha arrecato alcun danno alla comunità di Gavorrano».

«Il 12 giugno è una data fondamentale e un momento di grande rilevanza per Massimo per la sua famiglia e per tutto il gruppo che lo ha supportato in questo percorso. Una liberazione, ha detto Patrizia Scapin, consigliere comunale di minoranza, la vittoria della giustizia sull’ingiustizia, della verità sulla falsità; finalmente si è restituita dignità ad un uomo che non era colpevole di alcun misfatto».

«In questo triste avvenimento il rispetto dell’avversario ma soprattutto della persona sono stati completamente vanificati e ci sono voluti anni e un forte impegno per poter riabilitare un uomo. Per questo motivo, lotteremo perché la comunità sia un’entità attiva, un’aggregazione di persone unite da un sistema di valori e di relazioni, non pervasa da personalismi e rancori. Nei giorni successivi alla pubblicazione della sentenza si è sviluppata spontaneamente una profonda solidarietà nei confronti di Massimo: tante le persone che lo hanno contattato dimostrando un profondo senso di amicizia, di fraternità e di condivisione».

«Proprio per rispondere a questo sentimento comune il Gruppo delle Donne, sappiamo bene che le Donne sono per il “fare”, ha scelto di scendere in campo organizzando l’evento di sabato 7 Luglio “Solidarietà per Massimo”, una serata di parole, di musica e di cibo. Una serata di allegria ma anche di riflessione, aperta a tutti per dire – Grazie Massimo per la tua forza e il tuo coraggio».

Chi volesse aderire o aiutare Massimo con una sottoscrizione volontaria può farlo utilizzando il codice IBAN del Centro Sinistra Gavorrano Bene Comune Per Borghi Sindaco.

IT 88R0846172250000010478600

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.