Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ironman, ottima prova a Pescara per gli atleti del Triathlon Grosseto

Più informazioni su

PESCARA – Si è tenuta a Pescara la gara di Ironman 70.3. Unica tappa italiana sulla distanza con il bollino IM. Al via circa 1500 atleti con un consistente afflusso internazionale dato il fascino della cittadina abruzzese.

Il triathlon Grosseto si è presentato con 5 atleti al via della gara ognuno con diversi obiettivi ma ciascuno determinato a dare il meglio di se in questa durissima gara

Partenza alle ore 9 con la frazione nuoto che prevedeva due anelli di 900 mt ciascuno con uscita all’australiana (dopo il primo giro si fa un passaggio sulla spiaggia e ci si rituffa in acqua per il giro conclusivo) ,molto spettacolare per il pubblico che così può vedere e incitare il proprio beniamino. In più, da qualche anno è stata inserita la partenza detta “ rolling start”, che da la possibilità di partire scaglionati in modo da evitare la “tonnara” che si avviene partendo tutti insieme.

Usciti dall’acqua veloce cambio di assetto e via in bicicletta per 90 km che prevedeva un circuito da ripetere tre volte su una statale completamente chiusa al traffico. Percorso in gran parte senza asperità di rilievo che consentiva delle medie chilometriche strepitose (oltre 40 di media per i primi) e l’utilizzo di bici e ruote superaereodinamiche. Scia vietata o come si dice in inglese e nell’ambiente “no draft”

Il caldo si fa sentire quando è il momento di lasciare la bici e di correre per i finali 21.100 km su di un circuito cittadino da ripeter due volte. Numerosi ristori idrici e spugnaggi sono presenti a cercare di mitigare la temperatura rovente. L’organizzazione fornisce anche del ghiaccio da mettere sulla testa per raffreddarsi.

Sul percorso tantissimi tifosi sostengono e incitano gli atleti che si dannano l’anima sull’asfalto rovente!

Sugli scudi il presidente e fortissimo triatleta a livello internazionale, Riccardo Casini, 2° su 152 di cat. M45-30° assoluto con il tempo di 4.29.33

Neofita assoluto nella distanza debutta dimostrando già tutto il suo valore Riccardo Mililotti 18° su 102 di cat. M50, 235° assoluto –tempo 5.12.48

Guido Petrucci 9° su 45 di cat. M55 332° assoluto- tempo 5.24.53

Dopo aver lavorato duramente nella frazione nuoto per tutto l’inverno finalmente arriva ai livelli che gli competono nella specialità della triplice. Irio Caprini 27° su 102 di cat. M50 339° assoluto –tempo tot. 5.25.22

Lido Feri veterano della squadra e sempre validissimo atleta ( con doppio passaporto italo/svizzero) 9° su 19 di cat. 734 assoluto- tempo 6.16.29

Nella competizione si assegnavano anche le slot (qualifiche ) per la finale di Campionato del mondo di specialità 70.3 che quest’anno si terranno il 3 settembre a Porth Elizabeth, South Africa

Riuscivano nella difficile impresa della qualifica sia Casini che Feri alla quale entrambi rinunciavano a malincuore nonostante sia un obiettivo ambitissimo da molti triatheti. Casini perché già qualificato alla finale mondiale IRONMAN FULL di Kona , hawai il 13 ottobre e Feri impegnato all’IRONMAN FULL Italy di Cervia il 22 settembre

Continuano le competizioni della società con il triathlon Olimpico del lago di Vico il 30/06 dove la società sarà presente in gran numero

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.