Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Risparmiare nella scelta dell’energia elettrica: i segreti per lasciare intatto il proprio portafoglio

Più informazioni su

Marzo 2018 non è stato un mese positivo, specialmente se si parla del settore dell’energia elettrica: i costi, secondo quanto rilevato dalle ultime indagini, sono infatti aumentati del +4,4%. Non si tratta certamente di una buona notizia, per le famiglie italiane: il portafoglio viene messo a serio rischio, per via di questo balzo in avanti tutt’altro che apprezzabile. Come risparmiare sull’energia elettrica e durante la scelta del nuovo operatore energetico?

Lampadine ed elettrodomestici

Il primo consiglio riguarda prettamente il risparmio del consumo di energia in bolletta: può essere applicato con facilità sia alle lampadine, sia agli elettrodomestici. Nel primo caso conviene sempre installare delle luci a LED, le quali garantiscono un risparmio energetico molto impattante. Nel secondo caso, invece, si consiglia di optare per elettrodomestici di classe A+++: consumano meno e consentono di ottenere un grande riscontro in termini di peso della bolletta.

Cambiare fornitore di energia elettrica

Se le bollette continuano ad essere troppo ingenti, significa che il problema si trova a monte: le tariffe dell’operatore sono evidentemente troppo elevate, dunque occorre cambiare il fornitore di energia elettrica. Tra le nuove offerte del mercato troviamo anche le proposte sull’energia elettrica di Accendi luce & gas Coop, che consentono di avere diversi pacchetti di consumo a seconda delle necessità di ciascun utente.

Scegliere la formula tariffaria adatta

L’ammontare dei consumi in bolletta non dipende solo dalla quantità di energia utilizzata ma anche dalla tariffa scelta. In tal senso è sempre il caso di studiare la propria situazione di consumo, e di selezionare una tariffa a fascia oraria adatta alle proprie esigenze: ad esempio la tariffa mono-oraria, o in alternativa quella bi-oraria. Nel primo esempio si può contare su un prezzo unico lungo l’intero arco della giornata, mentre nel secondo caso si ha una fascia oraria più onerosa e una più economica (la F2, dalle 19.00 alle 8.00).

Attenzione alle fonti di dispersione elettrica

Alle volte i consumatori notano autentiche impennate ingiustificate nella propria bolletta: ciò potrebbe essere dovuto alle dispersioni elettriche, una conseguenza che assicura una perdita di energia spesso corposa. Assicuratevi dunque che non sia presente questo problema, controllando che gli elettrodomestici non siano troppo vecchi. Per individuarne la presenza, spesso basta l’utilizzo di un dispositivo come il multimetro digitale.

Utilizzare correttamente gli elettrodomestici

Elettrodomestici come il frigo e la lavatrice, se usati in modo scorretto, possono provocare un evitabile innalzamento dei consumi: bisogna dunque imparare ad utilizzarli senza cedere agli sprechi. Ad esempio, lavatrice e lavastoviglie possono essere avviate usando un programma di lavaggio eco-friendly: ciò vi permetterà di sprecare meno acqua e meno energia. il frigo, invece, va aperto e chiuso velocemente, per evitare la dispersione del freddo. Conviene anche cambiare la guarnizione dello sportello, per il medesimo motivo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.