Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pd, la direzione approva la nuova reggenza: tra i componenti anche Marras

Più informazioni su

FIRENZE – Via libera dalla direzione regionale del Pd alla fase transitoria post elezioni dopo le dimissioni del segretario Dario Parrini. La direzione ha deliberato l’istituzione  di «una reggenza collegiale – come si legge nella nota del Pd regionale – alla quale affidare la guida del partito regionale fino alla celebrazione del prossimo congresso regionale che l’assemblea del Pd Toscana convocherà secondo le indicazioni del partito nazionale».

Della reggenza fanno parte Marco Recati, investito della funzione di portavoce, Matteo Biffoni, Valerio Fabiani, Leonardo Marras e Adalgisa Mazza.

Nel documento approvato dalla direzione è stato dato mandato alla reggenza di perseguire una serie di obiettivi. Tra questi: 1 – elaborare un documento politico da sottoporre alla prima assemblea regionale; 2 – promuovere momenti di analisi dei risultati elettorali anche in relazione ai cambiamenti socioeconomici dei nostri territori; 3 – individuare una commissione “Toscana 2030″, con il coinvolgimento dei territori e delle migliori esperienze del partito e della società toscana, che possa elaborare una proposta ideale e programmatica in grado di rilanciare nuove politiche per il futuro della nostra regione e favorire la ricostruzione di un campo largo e plurale di centrosinistra; 4 – organizzare urgentemente un momento di confronto all’interno del partito sulle prossime elezioni amministrative, per condividere il percorso fatto fino ad oggi dai gruppi dirigenti ed esaminare le prospettive in essere in ogni realtà al voto ritenendo prioritaria la formazione di coalizioni imperniate sull’unità del centrosinistra, dato che sono in gioco sfide politiche importanti non solo per le comunità locali ma per tutta la regione; 5 – sollecitare a un impegno straordinario le federazioni provinciali, le unioni comunali e i circoli, per promuovere a ogni livello il più ampio confronto possibile; 6 – operare in stretto e permanente raccordo con la conferenza dei segretari territoriali e con le singole federazioni.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.