Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ambiente: la pattuglia anti rifiuti riporta a galla sedie e transenne fotogallery

ORBETELLO – L’Associazione Pescatori Sportivi Orbetello è attiva ormai da anni per la pulizia della Laguna e dei luoghi di maggior pregio ambientale sul territorio e, proprio ieri, il presidente, Fabio Lubrano, ha rimosso sedie e transenne dalla Laguna di levante, dopo mesi che giacevano abbandonate in acqua.

“Come amanti di ambiente e natura ci siamo impegnati particolarmente negli ultimi anni – racconta Lubrano – per la pulizia della Laguna di Orbetello, il nostro cavallo di battaglia è la richiesta di installazione di transenne durante il mercato settimanale del sabato che si svolge in località “La Spiaggetta” a Neghelli, che provoca una forte diffusione di materiali inquinanti, tra plastiche, polistirolo e sacchetti di nylon”.

Nel mirino dell’associazione, però, non c’è solo il mercato, ma anche tutti quei fenomeni che vanno dal vandalismo al vero e proprio reato ambientale “Dalla Laguna abbiamo rimosso motorini o cestini dell’immondizia che, ancora nuovi, erano stati divelti e buttati nel lago – prosegue il presidente – ma anche rifiuti speciali, quali copertoni e macerie, segnalando sempre alle autorità competenti i risultati dei nostri interventi”.

Il movimento con il tempo è cresciuto e, ogni anno, l’attività culmina con una manifestazione di caratura nazionale, “A pesca di immondizia”, che si terrà a maggio e che, lo scorso anno, ha riscosso un grande successo di partecipazione “Oltre a noi pescatori sportivi – illustra Lubrano – erano presenti le scuole, i cacciatori, associazioni sportive e il nostro presidente nazionale, Andrea De Nigri, che ci ha dato lustro e prestigio, menzionando le nostre attività anche sul canale dedicato alla pesca della piattaforma Sky”.

Spesso, particolarmente in estate, Fabio e gli altri associati si armano di pinne e maschera e si immergono per pulire la Laguna. L’ultimo intervento, in ordine di tempo, è quello di ieri, effettuato nello specchio d’acqua davanti alla ex polveriera Guzman, per cui, fortunatamente viste le rigide temperature, fare il bagno non è stato necessario “Da mesi – spiega Lubrano – erano in acqua sedie e transenne ma nessuno le aveva rimosse, ormai erano ricoperte di alghe e non erano più neanche visibili, perciò mi sono dotato di una piccola ancora a sabbia a cui ho legato una cima e ho trasportato i materiali a terra”.

Alla notizia della rimozione delle transenne sui social, i cittadini hanno reagito plaudendo all’iniziativa e segnalando che in quella zona, dove sono parcheggiate anche molte automobili, l’illuminazione è scarsa, terreno fertile per i vandali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.