Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quando la tradizione fa rima rima con impresa: ecco un’eccellenza, la farina di castagne

Più informazioni su

GROSSETO – Valorizzare il territorio e il suo tessuto imprenditoriale, anche attraverso le sue produzioni tipiche. E’ uno degli obiettivi di Cna Grosseto, l’associazione degli artigiani e della piccola e media impresa che tra i suoi associati conta anche imprese molto innovative.

E’ il caso del Panificio Montomoli che, con alcuni suoi prodotti, è stato protagonista di una serata organizzata dall’istituto alberghiero presso la sala ricevimenti dell’Isis “Leopoldo II di Lorena”, insieme all’associazione per la valorizzazione della castagna dell’Alta Maremma.

Il Panificio, infatti, tra i soci fondatori dell’associazione nata sedici anni fa, da tempo ha sviluppato una linea produttiva che impiega proprio la farina di castagne per realizzare biscotteria, pasticceria, pani e torte a base di questo prodotto che, se utilizzato da solo, come nel castagnaccio, è privo di glutine e quindi adatto anche ai celiaci. E proprio la farina di questa coltivazione, tipica dei boschi dell’alta Maremma, è stata la materia prima della cena realizzata dagli studenti dell’Alberghiero.

“Essere un’impresa attiva oggi – spiega Anna Rita Bramerini, direttore di Cna Grosseto – significa anche avere la capacità di partire dalle specificità del territorio, per lavorare su produzioni innovative. Per questo l’associazione è al fianco di imprenditori come Andrea Montomoli, che mettono a disposizione il sapere tradizionale, guardando però all’innovazione e che dimostrano che si possono realizzare prodotti di eccellenza anche in un’azienda che ha sede in un piccolo comune”.

A partire da un castagneto di sua proprietà nel territorio di Boccheggiano, Montomoli ha creato un percorso produttivo tutto maremmano (dall’essiccatoio al molino, che si trova a Massa Marittima) che produce, ogni anno, quindici quintali di farina.

Oltre a questo, il Panificio Montomoli ha contribuito alla nascita dell’associazione per la valorizzazione della castagna dell’alta Maremma, presieduta oggi da Mario Cancelli, assessore del Comune di Montieri, che ogni anno lancia il premio nazionale farina di castagne che, ha visto in gara sessanta produttori e si è concluso domenica 4 febbraio a Boccheggiano.

“Da anni Panificio Montomoli ha avviato la sua sperimentazione sulla farina di castagne, precorrendo i tempi – racconta il presidente dell’associazione Mario Cancelli – e dando vita a una filiera di produzione completa che realizza oggi prodotti ‘de.co’, di denominazione comunale, non solo di grande qualità, ma di salute, attraverso il controllo dell’intero ciclo produttivo. Anche per questo, molti dei loro alimenti sono inseriti tra gli articoli che privilegiamo per premiare le imprese vincitrici del concorso nazionale Farina di castagne”.

“La valorizzazione dei prodotti del territorio, è una delle priorità di studenti e docenti dell’Isis “Leopoldo II di Lorena” – spiega il dirigente scolastico Alfonso De Pietro – contribuire pertanto alla realizzazione della serata con gli allievi di cucina del corso serale supportati dagli studenti del mattino dell’indirizzo di sala e di accoglienza turistica è stato per noi un onore ed una naturale conclusione di un percorso didattico sulla castagna”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.