Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Baby gang aggredisce ragazzino durante il carnevale. Allarme bullismo in città

FOLLONICA – Durante la prima sfilata di carnevale un gruppo di adolescenti aggredisce un coetaneo che, a causa della caduta e dei conseguenti tafferugli, riporta la rottura di un polso e in città scatta l’allarme bullismo.

Bullismo che non si riduce al singolo episodio avvenuto durante il carnevale, in quanto i ragazzi sono stati accusati di aver infastidito anche altre persone, particolarmente anziani.
In merito interviene Cinzia Tacconi, segretaria del Partito Democratico di Follonica “L’accaduto mi ha colpita, sia come madre sia per il ruolo politico che rivesto – dice – oltre a manifestare la mia solidarietà ai genitori del ragazzo aggredito, chiedo loro di avere coraggio e di non sentirsi soli perché la nostra città sarà al loro fianco. Occorre non far finta di niente e senza enfasi dare il giusto peso all’accaduto senza remore e senza paure, ma soprattutto senza indifferenza”.

Secondo Tacconi, infatti, di fronte a episodi di questa natura è necessario reagire come comunità, per non lasciare spazio ad altre e più gravi forme di violenza “La paura, l’indifferenza e l’omertà sono terreno fertile per l’aumento di comportamenti violenti – sottolinea – come comunità dobbiamo “alzare la voce”, mettere in condizioni le Istituzioni di fare il loro lavoro, non dobbiamo far sentire sole le famiglie delle vittime: oggi parliamo di comportamenti di ragazzi forse definibili “bulli”, domani assumono la veste della criminalità organizzata”.

Tacconi, inoltre, rivolge un appello ai genitori degli aggressori, trattandosi pur sempre di ragazzini “Mi sento anche di rivolgermi ai genitori degli aggressori: Follonica con le sue istituzioni e strutture sociali non vi sta lasciando soli, ma voi avete un ruolo fondamentale nella educazione dei vostri figli, a cui non potete abdicare”.
Infine la segretaria rivolge un appello anche a tutti gli attori sociali della città “La sicurezza – conclude – e soprattutto la percezione della sicurezza che hanno i cittadini è sempre più fondamentale nella vita sociale locale e nazionale. Perciò non abbassiamo la guardia e lavoriamo insieme ognuno per le proprie competenze e possibilità per mantenere un alto senso civico che ha sempre rappresentato una delle nostre qualità .

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.