Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lutto, muore noto imprenditore. Con lui se ne va l’ultimo pezzo de “Le Streghe”

MONTE ARGENTARIO – E’ scomparso, dopo una lunga malattia, Massimo Bernardi, imprenditore famoso all’Argentario per essere stato il proprietario de “Le Streghe”, storico locale notturno affacciato su Cala Grande, ormai chiuso da anni ma ancora nel cuore dei numerosi frequentatori di tutte le età.

Basta tornare indietro di una diecina d’anni per ricordare le notti d’estate illuminate dalla luce de “Le Streghe”, non solo una discoteca all’aperto, ma un raffinato locale teatro di innumerevoli eventi e meta di molte celebrità, un brand che Massimo aveva inaugurato dopo l’esperienza al King’s “Massimo – ricordano affettuosamente gli amici – era un uomo innamorato dello scoglio, come lui chiamava l’Argentario. La sua attività inizia prima con il King’s di Cala Galera e poi prosegue “Le Streghe”, reso magico dalla stessa ubicazione a picco sulla scogliera di Cala Grande”.

La storia de “Le Streghe” iniziò negli anni 60, attestandosi immediatamente come uno dei locali di grido in Toscana, tanto che Massimo lo definiva il proprio paradiso e, negli anni d’oro, selezionava accuratamente la clientela, rifiutando l’ingresso a chi non rispondeva a certi standard. In effetti il locale è ricordato proprio per la sua esclusività che, con il tempo, andò scemando e per essere stato meta di molti personaggi, da Don Lurio, Raffaella Carrà, Japino, Bud Spencer ed Enrica Bonaccorti, nomi di spicco del jet set degli anni 80, fino ad arrivare ai tempi più recenti di Ricucci a cena con la bellissima Anna Falck che scappa dai paparazzi: probabilmente da Enzo Russo, paparazzo della Maremma per antonomasia, egli stesso frequentatore del locale e amico fraterno di Bernardi (vedi foto di copertina).

Di Massimo gli amici ricordano l’ironia e il sorriso “All’Argentario ha portato i bei nomi della canzone italiana, Baglioni, Zero, Cocciante. Era un istrione affabile e spregiudicato nel suo mestiere, sempre circondato da belle donne e da amici, a cui spetta ora di salutarlo per l’ultima volta”.

I funerali si terranno lunedì a Roma.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.