Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A 100 anni dalla rivoluzione di ottobre: cena, memorial e festa dopocena

Più informazioni su

VALPIANA – Come ormai ogni anno, la sezione maremmana del Partito comunista dei lavoratori dei, sezione Maremma, organizza una serata per ricordare l’evento che ha segnato il Novecento e la storia dell’Uomo. Una cena popolare, un incontro per ricordare e attualizzare quegli insegnamenti quasi un secolo dopo. Leggeremo, canteremo, ci confronteremo su quei fantastici giorni.

Questo il programma:
Ore 19: aperitivo c/o Bar della festa
Ore 20 circa: cena popolare (prenotarsi !)
Ore 22 circa: Ricostruzione dei fatti dell’ Ottobre Rosso e loro attualità. Intervento storico/politico del compagno Nicola Siighinolfi.
A seguire: Festa con contributo artistico di Matteo Urbo trio

Per prenotazioni: 333 766 77 55.

Banchetto gadgets, con in vendita il libro di Marco Ferrando “100 anni: Storia ed Attualità della Rivoluzione Comunista”.

Nell’Ottobre del 1917 la grande Rivoluzione comunista guidata dal Partito bolscevico di Lenin e di Trotsky ha portato la classe lavoratrice al potere politico ed alla costruzione in Russia del primo Stato socialista della Storia. Questo evento di importanza storica cruciale dimostra oggettivamente, oggi più che mai e di fronte al fallimento di un sistema capitalistico sempre più distruttivo ed ingiusto, la possibilità reale e la razionalità di un governo dei lavoratori che proceda alla rifondazione della società su basi di effettiva giustizia sociale ossia su basi socialiste.   La Rivoluzione d’Ottobre aprì una pagina nuova nella storia del mondo. “(Ai bolscevichi) resta “immortale merito storico d’aver marciato alla testa del proletariato internazionale, conquistando il potere politico, e ponendo praticamente il problema della realizzazione del socialismo, come di aver dato un potente impulso alla resa dei conti fra il capitale e il lavoro nel mondo. (…). Ed è in questo senso che l’avvenire appartiene dappertutto al “bolscevismo”. Rosa Luxemburg (1918). Il Partito Comunista dei Lavoratori non manca di ricordare né di attualizzare quell’insegnamento fondamentale: a differenza di tanti altri, noi non giochiamo con le parole.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.