Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Parte l’avventura dell’Istituzione Le Mura: al Cassero la giornata per progettare il futuro

GROSSETO – Una giornata di studio, confronto e approfondimento sul monumento più importante della città. È partita così, con il convegno ospitato al Cassero senese di Grosseto, l’attività dell’Istituzione Le Mura, il soggetto creato dal Comune per seguire da vicino la valorizzazione della Mura medicee della città.

Le Mura tra passato e futuro

Un’operazione che ha voluto l’amministrazione Vivarelli Colonna, ma che ha ottenuto fin da subito il favore di tutte le forze politiche. Inizialmente l’istituzione gestirà 70 mila euro ogni anno e lavorerà per reperire finanziamenti nazionali ed europei da destinare a progetti, ristrutturazioni e iniziative. La chiave di volta di tutto infatti, come dimostra anche l’esperienza di Lucca, l’altra città toscana che ha una cinta muraria intatta simile anche se molto più estesa di quella di Grosseto, è la cura del patrimonio architettonico. Grazie a progetti di ristrutturazione si potranno valorizzare nel corso degli anni le varie aree delle Mura.

Presenti all’appuntamento di oggi insieme al sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna, al vice sindaco Luca Agresti, al presidente dell’istituzione Le Mura Alessandro Capitani anche Liliana Mauriello, funzionario della Sovrintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Siena, Arezzo e Grosseto, Pietro Pettini, past presidente dell’ordine degli architetti della provincia di Grosseto, Maurizio Tani, direttore dell’Istituzione opera delle mura di Lucca, Mauro Papa, direttore Clarisse Arte, Edoardo Milesi, socio-fondatore di Archos e direttore della Scuola permanente dell’abitare e progettista della cantina Collemassari, Francesca Carpenetti, consigliere di amministrazione Istituzione le mura.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.