Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Multe e sequestri di auto: a Grosseto arriva Targa System. Già mille veicoli controllati fotogallery video

GROSSETO – Sono già più di 1000 i veicoli che sono stati controllati da quando, poco più di una settimana fa, sono stati attivato anche a Grosseto i controlli stradali con il “Targa System”. Il capoluogo maremmano infatti è tra le prime città italiane a dotare la sua polizia municipale di uno strumento che sfruttando le moderne tecnologie legate alla rete permette in tempo reale di monitorare se le auto controllate siano provviste o meno della copertura assicurativa e se siano state o meno revisionate.

Targa System

Che cosa è – Il Targa system è una tecnologia che viene posizionata sul parabrezza del veicolo dei vigili urbani e serve a rilevare, attraverso la lettura delle targhe delle auto, in particolare eventuali irregolarità nel pagamento dell’assicurazione e della revisione. Le sanzioni non vengono comminate direttamente dal sistema elettronico ma da una pattuglia che, posizionata a una distanza di alcune centinaia di metri, si preoccupa di compiere tutti gli approfondimenti necessari su chi è risultato non in regola, così da verificare i documenti a bordo dell’auto ed eventualmente procedere alla multa.

“Il Targa system – spiega il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna – è un moderno sistema che garantisce sicurezza sulle strade. In questo caso l’attenzione non deve ricadere sulle cifre delle sanzioni, molto onerose, ma sugli effetti che queste possono portare: è importante prevenire. Si pensi a cosa succede in caso di incidente se un veicolo non è assicurato per capire l’importanza di questo provvedimento. E di casi così, purtroppo, se ne vedono davvero tanti. Non solo: lo strumento, in condizione di allarme o emergenza, può essere usato anche per individuare macchine rubate o sospette, aiutando le Forze dell’ordine nel loro lavoro”.

Come funziona – Ecco come funziona il Targa system: può essere utilizzato con l’auto della Polizia municipale in sosta e puntato sui veicoli in transito oppure, viceversa, in movimento, se puntato sulle macchine in sosta. In ogni caso per staccare il verbale servono gli agenti. Attraverso il router legge le targhe e verifica, facendo riferimento ai dati della monitorizzazione, la presenza della copertura assicurativa e della revisione. Per il momento sono state tre le uscite che hanno portato a sette sanzioni per l’assenza dell’assicurazione e diciassette per la revisione.

“Dai dati a disposizione della Polizia municipale – dice l’assessore alla Sicurezza, Fausto Turbanti – emerge che non esiste una categoria di auto più soggetta al mancato pagamento delle autorizzazioni: capita spesso che questi casi siano riscontrati tra i titolari delle auto di grossa cilindrata, un fattore che fa riflettere. Alla fine di ogni giornata di controlli la Polizia municipale può contare su un resoconto completo: dal numero di auto transitate sulla strada alle targhe riconosciute, fino alle irregolarità riscontrate”.

L’Amministrazione comunale invita quindi i cittadini di Grosseto ad accertare la loro posizione al fine di garantire garantire sicurezza stradale di tutti.

Attivo da una settimana – Attivo da pochi giorni sulle strade di Grosseto il Targa system ha permesso di individuare più di 1200 auto di queste sono state accertate 1077: tra quelle controllate sono risultate sprovviste ai assicurazione 26 auto e circa 30 senza revisione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.