Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Amiata, tavolo di crisi in Regione. Rossi e Grieco: “Sosteniamo il rilancio”

FIRENZE – “La Regione sta lavorando ad un progetto complessivo per il rilancio del territorio dell’Amiata e per sostenere reddito e occupazione. Nei prossimi giorni faremo quanto necessario per arrivare rapidamente alla stipula di un protocollo che prenda in considerazione tutti gli aspetti economici e ambientali e approfondiremo le possibilità di attivare forme di sostegno al reddito per alleviare il grave disagio dei lavoratori disoccupati”. Lo ha ricordato il presidente Enrico Rossi a margine dell’incontro di oggi sui problemi dell’Amiata.

Il punto della situazione, anche in riferimento alla vicenda di Floramiata, una delle principali realtà produttive dell’area, è stato fatto oggi nel corso di una riunione convocata in Regione dall’assessore al lavoro Cristina Grieco, con le organizzazioni sindacali e il rappresentante della curatela fallimentare di Floramiata spa.

La presenza del curatore ha reso possibile fare il punto, in particolare, sulle spettanze arretrate dei lavoratori dell’azienda florovivaistica e su quanto dovuto da parte di Inps. L’assessore Grieco ha annunciato che sarà fatto a breve un incontro con Inps per sbloccare le procedure.

Una delle principali criticità è legata alla peculiare natura contrattuale del settore. I lavoratori che non sono stati riassorbiti dal nuovo progetto imprenditoriale che ha rilevato l’azienda hanno infatti diritto ad un’indennità di disoccupazione che viene erogata dopo un anno.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.