Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

«Quello di soia, non è latte». Confagricoltura plaude alla sentenza della Corte di Giustizia

Più informazioni su

GROSSETO – Il latte di soia non esiste, come non esiste quello di riso, di cocco o di mandorle. Il latte è solo quello animale, le altre sono semplicemente bevande a base di prodotti vegetali. A sancirlo è stata la Corte di giustizia europea che ha riportato ordine nella materia. Naturalmente questo ha sollevato un coro di consensi da parte degli allevatori.

“Con una tale sentenza – spiega il presidente di Confagricoltura Grosseto, Attilio Tocchi – la Corte ha chiarito che termini come “latte”, “panna”, “burro” e “formaggio” non potranno assolutamente essere associati a prodotti vegetali quali la soia o il riso, ma soltanto a prodotti animali, visto che la frase “latte e suoi derivati” potrà essere utilizzata solamente per prodotti che derivino in maniera esclusiva dalla mungitura. Plaudiamo a questa sentenza che finalmente fornisce risposte, quelle che abbiamo chiesto da molto tempo ed è valorizzante per i prodotti locali.”

“Inoltre, eccetto in pochissimi casi – continua Tocchi – tale normativa riserva le denominazioni come “crema di latte o panna”, “burro”, “formaggio” e “yogurt”, unicamente ai prodotti lattiero caseari, vale a dire al latte. Nel nostro territorio abbiamo importanti realtà e consorzi, primo fra tutti il “Latte Maremma”, che vedranno ancora di più tutelate, come è giusto che sia, le produzioni e al contempo il consumatore sarà finalmente consapevole di ciò che acquista e mangia.”

Infatti, nella commercializzazione di alimenti vi è spesso un richiamo in maniera impropria a prodotti sinonimo di qualità, genuinità e provenienza controllata. Alimenti che sono denominati in maniera scorretta perché non contengono caratteristiche nutrizionali proprie del latte o dei formaggi di origine animale.

“Dopo questa sentenza – conclude Tocchi – ci aspettiamo altre azioni da parte dell’Europa a tutela della tipicità delle produzioni di cui siamo gelosi custodi.”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.