Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ad un anno dalla tragedia Gavorrano ricorda Elena: «Vogliamo la verità» fotogallery

Più informazioni su

GAVORRANO – Un minuto di silenzio e un mazzo di rose colorate, posate sulla pietra-ricordo di Elena, è stato il gesto con cui l’Auser di Gavorrano ha voluto dimostrare la propria vicinanza ai genitori di Elena Maestrini, la giovane studentessa vittima della strage Erasmus, nel giorno del primo anniversario dell’incidente.

«Oggi siamo qui a ricordare Elena – ha detto visibilmente commosso Vasco Sammicheli, presidente dell’Auser – a un anno da quella terribile disgrazia che su quella strada in Catalogna ha portato via dai propri sogni 13 giovani studentesse e per testimoniare la nostra vicinanza all’immenso dolore di Gabriele e Roberta. Chiediamo che ognuno faccia il proprio dovere affinché venga fatta chiarezza su quanto successo e vengano adottati nuovi strumenti per assicurare maggiore sicurezza nei viaggi studenteschi».

Chiarezza sulle responsabilità e maggiore sicurezza sono state anche le richieste dell’assessore Daniele Tonini, presente alla commemorazione insieme all’assessore Ester Tutini. «Abbiamo perso una giovane cittadina e tutta la comunità ne è rimasta sconvolta. Sull’accaduto va fatto chiarezza e qualcuno deve assumersi le proprie responsabilità. I viaggi dei giovani devono essere sicuri». L’assessore Tutini ha ricordato «il sorriso di Elena» e che «era un esempio per tutti i giovani. Dobbiamo proteggere la nostra gioventù – ha ribadito – non solo dagli incidenti, ma anche da droghe o bullismo. Non vogliamo mai più piangere una giovane morte così tragica».

I genitori di Elena, Roberta e Gabriele, erano assenti a causa di altre iniziative in memoria delle vittime dell’incidente. Questa mattina nel Vaticano sono stati ricevuti da Papa Francesco nella chiesa di Santa Marta, dove è stata celebrata una messa commemorativa. In seguito ha avuto luogo un momento di raccoglimento in forma privata tra il pontefice e i genitori.
Questa sera saranno invece presenti all’Università di Firenze, alla quale è stata organizzata una serata commemorativa in ricordo di Elena, Lucrezia e Valentina, le tre studentesse toscane vittime dell’incidente. In presenza dei genitori verrà scoperta una lapide in memoria delle tre studentesse.

A questa iniziativa parteciperanno anche il sindaco Elisabetta Iacomelli e il vicesindaco Giulio Querci.

Ieri sera le famiglie sono state ricevute dal Ministro di Istruzione Valeria Fedeli a Roma e mercoledì i genitori delle vittime partiranno per la Spagna, destinazione Freginals, nel territorio in cui avvenne il tragico incidente. Con sé porteranno una pietra, avvolta nella bandiera europea in ricordo delle vittime.

Questa mattina alle 11 il punto vendita della Coop di Bagno di Gavorrano ha ricordato Elena Maestrini con un minuto di silenzio.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.