Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sanità, il punto sulla riforma. Domani il confronto pubblico con la Regione

Alle 16.30, all’Hotel Granduca l’iniziativa del gruppo PD regionale “Sanità da 10, un anno dopo”

GROSSETO – “Ad un anno dall’approvazione della riforma del sistema sanitario toscano abbiamo deciso di organizzare un nuovo incontro pubblico con gli operatori del settore e i cittadini per fare il punto sui risultati e le prospettive della sanità grossetana e regionale – spiega Leonardo Marras, capogruppo PD Regione Toscana –. Sarà l’occasione anche per confrontarsi direttamente con la Regione sulle diverse tematiche che hanno scaldato il dibattito pubblico degli ultimi mesi, su tutte il governo clinico e la riorganizzazione dei distretti, votata proprio ieri dalla commissione Sanità del Consiglio”.

“Grazie al contributo dei 18 emendamenti presentati dal Pd e alla collaborazione delle opposizioni sono 22 gli articoli deliberati della Pdl 154. Così facendo, diamo vita alla seconda gamba della riforma del sistema sanitario toscano: massima autonomia e responsabilità per i sindaci che si riappropriano del governo, della programmazione e della gestione diretta dei servizi.

Risorse importanti, fino a 450mila euro l’anno per le realtà che integreranno i servizi, come Grosseto che si integrerà con altre due zone e diventerà la parte della Regione che beneficerà del maggior contributo – 445mila euro per cinque anni-, rappresentanza per le realtà periferiche, quadro normativo certo per le risorse e per il personale delle Società della Salute e ruolo attivo delle ASP (Aziende pubbliche di Servizio alle Persone, ndr), nuove opportunità per il volontariato e per le consulte delle associazioni nel partecipare alla programmazione dei servizi nel territorio. Come promesso, in due mesi siamo riusciti ad ascoltare tutti, confrontarci ed evadere il testo di legge che la settimana prossima approderà in aula. Abbiamo inserito un meccanismo incentivante netto e chiaro: finalmente la Regione fa una scelta verso la Società della salute. Il modello viene incentivato con finanziamenti che possono arrivare, per le nuove zone distretto, a 450mila euro l’anno per cinque anni, al fine di favorire accorpamenti, ma soprattutto nuovi servizi. Viene meno il limite degli abitanti, come quello dei Comuni per la definizione di ogni zona, che deve rispondere prioritariamente alla necessità di assicurare il maggior livello di servizi possibile ai cittadini”. Così Stefano Scaramelli, presidente commissione Sanità, commentando l’approvazione della proposta di legge per la revisione degli ambiti territoriali, le cosiddette Zone distretto.

L’appuntamento è per venerdì 10 marzo, ore 16.30, Hotel Granduca di Grosseto.

All’iniziativa, promossa dal Gruppo PD regionale, parteciperanno: Stefania Saccardi, assessore regionale Salute e welfare, Stefano Scaramelli, presidente commissione Sanità del Consiglio regionale e Leonardo Marras, capogruppo PD Regione Toscana; a moderare il dibattito sarà Simone Lazzini, professore presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa e Coordinatore del Master in Management delle Aziende Sanitarie.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.