Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Maremma da primato: il Touring Club premia la Strada del vino Monteregio tra le eccellenze

Riconoscimento al progetto «Wine Architecture» della Regione Toscana che coinvolge in Maremma le aziende vitivinicole Rocca di Frassinello e Le Mortelle

GROSSETO – Si terrà domani, sabato 18 febbraio alle ore 10,00, presso la Cantina Rocca di Frassinello, la premiazione da parte del Touring Club Italiano della Strada del Vino Monteregio di Massa Marittima.

Il Premio Touring 2016 dei Consoli di Toscana, giunto all’edizione numero 17, è attribuito a 10 Strade del Vino, dell’Olio e dei Sapori al fine di testimoniare l’impegno profuso da tutte le Strade nella promozione e valorizzazione del territorio e delle sue produzioni.

La scelta delle Strade del Vino è un riconoscimento anche al progetto Wine Architecture, realizzato dalla Regione Toscana, Vetrina Toscana, Federazione delle strade del vino di Toscana, la Strada del vino e dei sapori Monteregio di Massa Marittima e le aziende vitivinicole coinvolte.

Si tratta di un circuito di 14 cantine d’autore e di design, firmate da grandi maestri dell’architettura contemporanea, e tra queste ben due si trovano in Maremma: Rocca di Frassinello a Giuncarico, Gavorrano, opera dell’architetto Renzo Piano, e Le Mortelle, a Tirli, Castiglione della Pescaia, opera di Studio Idea Firenze e di proprietà della famiglia Antinori. L’appuntamento per la cerimonia di premiazione – alla presenza delle autorità della Regione e dei Comuni e dei responsabili di Touring Club e Strada del vino – è per la mattina di sabato 18 febbraio proprio a Rocca di Frassinello, grande progetto concepito in joint-venture con Domaines Baron de Rothschild-Lafite, dove si producono vini di taglio internazionale con uvaggio di Merlot, Cabernet Sauvignon e Sangiovese. «Siamo molto orgogliosi del fatto che un soggetto importante come il Touring Club italiano abbia scelto di premiarci – dicono Ilario Veronesi e Stefano Boscaglia, presidente e direttore della Strada del vino e dei sapori Monteregio – perché naturalmente questo è un premio che, attraverso la nostra associazione, spetta a tutti i soggetti coinvolti in questo progetto. A partire dalle aziende vitivinicole della nostra terra, vere eccellenze. E’ l’ennesima dimostrazione che la qualità vale e paga sempre. Ringraziamo il Touring Club, la Regione Toscana e la Federazione delle strade del vino». Rocca di Frassinello e Le Mortelle rientrano a buon titolo all’interno del progetto Wine Architecture (il portale web dedicato è www.winearchitecture.it; www.turismo.intoscana.it/winearchitecture), che seleziona una serie di luoghi in cui il vino viene conservato in strutture di pregio, tra bioarchitettura e nuove tecnologie di costruzione e produzione, pensate da importanti archistar italiani e stranieri: veri e propri templi del vino, da proporre come un percorso d’arte da visitare nelle varie città, che fanno della Toscana l’unica regione europea con una serie di cantine “firmate” da grandi maestri dell’architettura contemporanea. Un circuito di eccellenza all’interno del quale la Maremma recita un ruolo da assoluta protagonista.

A seguire verranno premiate la Strada del Vino delle Colline Pisane (25 febbraio Riparbella-PI), la Strada del Vino e dell’Olio Chianti Classico (11 marzo Radda in Chianti-SI), la Strada del Vino Terre di Arezzo (18 marzo a Il Borro, Loro Ciuffenna-AR), la Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi (25 marzo Bolgheri-LI), la Strada del Vino dei Colli di Candia e di Lunigiana (1 aprile Massa Carrara) e infine, l’8 aprile a Montepulciano (SI) alla Strada del Vino Nobile di Montepulciano e dei Sapori della Valdichiana Senese.

Il riconoscimento, già assegnato a realtà artistiche, ambientali, produttive, culturali e sociali tipiche della Toscana, è stato ideato nel 2000 dal Corpo consolare toscano del TCI e promosso in collaborazione con gli assessorati regionali all’agricoltura e al turismo e alle attività produttive nel quadro delle attività realizzate con Vetrina Toscana per valorizzare il territorio con le proprie eccellenze culturali, architettoniche, del gusto e del saper fare.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.