Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sistema risparmia 1 milione e migliora i servizi. Ecco la rivoluzione tra luci a led, verde pubblico e Strillaie

GROSSETO – Pubblica illuminazione, verde pubblico, manutenzione dell’impianto delle Strillaie: questi i progetti più importanti che Sistema Srl e Comune di Grosseto hanno messo in cantiere nei prossimi mesi. Tra gli obiettivi ambiziosi del 2017 anche il recupero di un milione di euro da un’ulteriore ottimizzazione dei servizi erogati.

“La nostra volontà è quella di puntare sempre di più su Sistema – spiega il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna -. Investendo sulla società interamente in house, possiamo avere, infatti, un forte contenimento dei costi, poiché non esistono altri soci che debbano essere remunerati. Inoltre, utilizzare al massimo i servizi ed il know how di Sistema, significa puntare sull’ottimizzazione e sull’economia di scopo. Sempre più opere e sevizi saranno quindi affidati alla società”.

Sistema è l’unica società completamente partecipata dal Comune di Grosseto. Con 70 dipendenti e circa 11 milioni di fatturato nel 2015, gestisce molteplici servizi: parcheggi e segnaletica stradale, cimiteri, verde pubblico ed illuminazione cittadina, pubbliche affissioni, impianti termici oltre a vari servizi accessori. È, inoltre, proprietaria del Campeggio di Principina e del Teatro Moderno.

“Di concerto con l’Amministrazione comunale – spiega Mauro Squarcia, da novembre Amministratore unico della società -, l’azienda ha avviato un percorso di ottimizzazione dei servizi erogati che si svilupperà nell’arco del 2017, con un sensibile recupero di efficienza che, a regime, produrrà economie per il Comune di circa 1 milione di euro, all’anno.”

“Sistema potrà essere uno degli strumenti con cui potremo garantire lo svolgimento di servizi di utilità per tutte le Amministrazioni del territorio, sempre avendo la cura di non invadere il campo dell’imprenditoria privata – commenta Giacomo Cerboni, assessore alle Partecipazioni societarie -, laddove non fosse ripristinata una sensata funzionalità della Provincia o nel caso in cui il legislatore dovesse ridurre in modo ulteriore o definitivo le funzioni attuali.”

“Siamo già partiti con alcuni dei progetti più rilevanti che saranno implementati nei prossimi giorni – spiega Alberto Paolini, direttore di Sistema -: quello della pubblica illuminazione permetterà una volta a regime, un risparmio sensibile per le casse comunali. Anche una gestione diversa del verde pubblico avrà ricadute positive in termini economici, oltre che un miglioramento dei parchi grazie al contributo dei privati.”

Ecco il dettaglio dei progetti che saranno messi in campo.

Pubblica illuminazione – Già avviata la manutenzione straordinaria dei punti luce nel primo anello intorno alle mura medicee. L’intervento prevede la verniciatura dei 100 pali dislocati nelle vie Manetti, Xiemenes, Fossombroni e Porciatti con la sostituzione delle vecchie lampade al sodio di colore giallo, con quelle a Led. Nelle vie XXIV Maggio e IV Novembre a Marina di Grosseto è prevista inoltre la sostituzione di 42 vecchi pali della luce, con nuovi impianti anch’essi armati a Led. Questa modalità di intervento verrà estesa a tutta la città ed alle frazioni. La bolletta energetica del Comune si contrarrà di circa 400 mila euro annui, oltre all’ammodernamento degli impianti e della rete.

Verde pubblico – Le nuove modalità di affidamento del servizio prevedranno una durata sensibilmente più lunga rispetto ai tre anni previsti nell’attuale incarico, che scadrà a marzo 2017. Nell’appalto, Sistema introdurrà nuove pratiche eco–compatibili per il contenimento dei costi, la riduzione dell’impatto ambientale e lo sviluppo della biodiversità nel contesto urbano. Si tratta della pratica della fienagione, nelle aree estensive come il diversivo e della tecnica del prato fiorito in alcune aiuole e rotatorie dell’area urbana; queste tecniche determinano un forte contenimento dei costi per la riduzione dei tagli (che, in queste aree, da otto l’anno scenderanno a due) oltre a benefici di natura ambientale ed estetica per l’alto valore ornamentale delle fioriture e delle balle di fieno. Sempre in accordo con il Comune si introdurrà la possibilità di utilizzare le risorse dei privati per coprire i costi di manutenzione di aree verdi come le rotatorie ed i parchi giochi, attraverso contratti di sponsorizzazione, rivolti non solo ad aziende del settore florovivaistico ma a tutte le imprese che ne vorranno fare richiesta, che a fronte del pagamento di un corrispettivo a copertura dei costi manutentivi di un sito, beneficeranno di varie forme di pubblicità promosse dal Comune (disponibilità di spazi pubblicitari). Riduzione dei costi stimata in 150 mila euro annui.

Manutenzione della discarica delle Strillaie – Da alcune settimane Sistema provvede alle attività manutentive della discarica delle Strillaie: la manutenzione della recinzione e dei cancelli di accesso, della rete di raccolta ed allontanamento delle acque meteoriche, della viabilità interna ed esterna, oltre al controllo della vegetazione, della pulizia ed igienizzazione di tutta l’area. Riduzione dei costi per il Comune stimata in 350 mila euro annui.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.