Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli assessori attaccano: “Commissariare Sei unica tutela per i cittadini”

GROSSETO – “La preoccupazione per la vicenda giudiziaria di Sei Toscana è sempre più grande: lo dimostra quello che è successo ieri nel corso dell’Assemblea dei sindaci dell’Ato Rifiuti Toscana sud, in cui si è discusso – per la prima volta apertamente – sulla procedura aperta dall’Anac”. A scriverlo sono  Simona Petrucci, assessore all’ambiente del Comune di Grosseto e Luca Minucci, assessore all’ambiente del Comune di Orbetello.

“Procedura – si legge ancora in una nota – che indica due ipotesi alternative: la nomina di un nuovo Cda per Sei Toscana o il suo commissariamento. I Comuni di Grosseto e Orbetello, in merito, hanno le idee molto chiare: le dimissioni in blocco del cda di Sei Toscana sono il sintomo reale di una situazione complessa e delicatissima.

Siamo convinti che il suo commissariamento sia lo strumento, libero e indipendente, più efficace per garantire qualità e continuità del servizio ai cittadini e per tutelare gli oltre 1200 dipendenti del settore. Dovrà essere una fase sì transitoria ma obbligata e di garanzia di trasparenza in attesa che la Magistratura chiarisca tutte le responsabilità”.

“Le difficoltà tangibili – aggiungono gli assessori – che i territori stanno affrontando in questo periodo rappresentano l’ennesimo esempio del fallimento delle politiche di area vasta caratterizzate da un preoccupante concentramento di potere; politiche che, tra l’altro, hanno causato un immotivato raddoppiamento delle tariffe ed un vistoso peggioramento della qualità del servizio.

Il Comune di Grosseto e quello di Orbetello sono e continueranno ad essere vigili in tutte le sedi deputate, nell’unico interesse di garantire il bene dei cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.