Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

“Un’Amatriciana per Amatrice”: nei ristoranti un primo piatto per aiutare le imprese nelle zone colpite dal sisma

L’iniziativa di solidarietà di Confesercenti e di Associazione Città del Vino. Tra il 12 e l’18 settembre chi ordina una amatriciana in un ristorante aderente contribuisce alla ricostruzione

Più informazioni su

GROSSETO – Un’amatriciana per sostenere la ricostruzione. Parte da Confesercenti e dai ristoratori associati una iniziativa di solidarietà: nella settimana tra il 12 ed il 18 settembre, in tutta Italia offriranno nel loro menu, in un giorno a loro discrezione, una amatriciana per la ricostruzione.

E’ questo l’obiettivo di “Un’Amatriciana per Amatrice” (#UnAmatricianaPerAmatrice), il progetto di solidarietà messo in campo da Confesercenti in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino, che riunisce i 450 comuni a vocazione enogastronomica del nostro Paese.

In pratica nella settimana tra il 12 ed il 18 settembre in tutta Italia, i ristoratori che sceglieranno di aderire a questa iniziativa di solidarietà per la ricostruzione delle zone terremotate e di sostegno alle persone di quei territori, inseriranno nel loro menu il piatto della amatriciana promuovendo la somministrazione di questa ormai tradizionale pietanza della gastronomia italiana ai propri clienti e devolvendo interamente l’importo pagato per quella ordinazione.

Tutti i clienti che in quella giornata ordineranno il piatto, contribuiranno quindi indirettamente a sostenere la ripartenza delle imprese delle zone colpite: l’importo pagato, infatti, verrà devoluto interamente dai ristoratori in un conto (IBAN IT 23A 03127 03200 000000015000), intestato a Confesercenti stessa e finalizzato al sostegno delle attività di ristorazione, del commercio e della ricettività nei comuni colpiti dal sisma. Confesercenti provvederà a rendere pubblica l’entità delle somme raccolte e ad indirizzare le risorse a sostegno della ricostruzione delle attività imprenditoriali della zona colpita dal sisma.

Stiamo già ricevendo adesioni dai ristoratori. L’auspicio è di arrivare a servire oltre 100mila amatriciane. L’iniziativa è aperta a tutti i ristoratori, non solo italiani.

Per aderire sarà sufficiente registrarsi online su www.unamatricianaperamatrice.it per ottenere le locandine ed il materiale informativo relativo alla procedura da adottare.

A tal proposito riportiamo una dichiarazione del Presidente nazionale di Fiepet Confesercenti, Esmeralda Giampaoli su questa proposta: “Sono sicura che i ristoratori risponderanno con la generosità e l’entusiasmo che li ha sempre contraddistinti a questa proposta di solidarietà in favore delle imprese così duramente colpite dalla catastrofe del terremoto.

Questa iniziativa si va ad aggiungere a quelle che, in molti territori le nostre imprese della ristorazione hanno organizzato in maniera autonoma e mi auguro che il traguardo delle 100.000 amatriciane venga ampiamente superato”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.