Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Emergenza maltempo: ecco le misure per le imprese. Oltre un milione di danni

GROSSETO – Una serie di misure a favore delle imprese in seguito agli eventi atmosferici del 9 giugno. E’ quanto è emerso dalla riunione che si è tenuta questa mattina in Camera di commercio e che ha riguardato le associazioni di categoria. Il presidente Riccardo Breda, assieme al presidente della Provincia Emilio Bonifazi, ha condiviso con i rappresentanti dei diversi settori economici le misure messe a disposizione dalla Regione, soprattutto nell’ottica di ridurre il più possibile l’aspetto burocratico.

«Ci siamo attivati per capire quali indennizzi ci fossero per le imprese tra le possibili forme di aiuto e di finanziamento – ha spiegato Riccardo Breda -. Sono principalmente due le misure a disposizione, entrambe forme di credito: il Fondo di Garanzia regionale, per i danni di maggiore entità, e il microcredito per i piccoli danni. Il primo ha una copertura dell’80% fino 960mila euro per il settore manifatturiero, mentre per turismo e commercio ha un tetto massimo di 180mila euro. Il secondo, invece, ha un tetto di finanziamento massimo pari a 20mila euro, ed è particolarmente interessante per le condizioni del credito, restituibile in 10 anni a tasso zero. Il microcredito, inoltre, consente di coprire qualsiasi tipo di danno, sia che si tratti di danneggiamenti strutturali che alle scorte delle imprese. In ogni caso la Regione può valutare di alzare il tetto, così come. Altri fondi possono essere modulati, anche perché c’è sensibilità da parte della  regione. Come Camera di commercio ci siamo mossi su forme concrete e immediatamente fruibili».

«Indipendentemente dallo stato di emergenza che comunque è stato subito richiesto alla Regione – ha aggiunto Bonifazi -, abbiamo deciso di attivarci. Chiaramente lo stato di emergenza ha una tempistica diversa rispetto agli strumenti concreti. Ci verrà spiegato come fare le domande, ma intanto ci siamo attivati. E’ importante non sovraccaricare le aziende di burocrazia e muoversi insieme attraverso una cabina di regia che faciliti il percorso. Faremo incontro con i tecnici del comune e della provincia in modo da avere percorso omogeneo per tutti. E’ opportuno evitare il caos che in questi momenti provoca atti burocratici doppi».

In merito alle tempistiche ci sono 6 mesi di  tempo per inoltrare le domande. Il primo passo prevede che le imprese presentino la documentazione necessaria a dimostrare inequivocabilmente i danni subiti all’ufficio unico del Comune di Grosseto preposto appositamente, i cui riferimenti saranno resi noti a breve, in modo da darne massima informazione. I tecnici sono al lavoro per distribuire in tempi rapidi la modulistica da utilizzare per la denuncia dei danni alle associazioni di categoria e a chiunque sia interessato. In un secondo momento sarà la volta di procedere alla domanda vera e propria di finanziamento. In questo caso, oltre agli altri soggetti, anche gli uffici camerali daranno a disposizione delle imprese per ogni informazione e per la presentazione delle domande.

Per quanto riguarda la stima dei danni, sono difficili da quantificare, come precisa dalla Camera di commercio, «Inizialmente si attestavano intorno al milione di euro, ma c’è da calcolare la dinamica singolare dell’evento, con il picco del maltempo che si è verificato nel giro di un’ora, con la situazione che è tornata piuttosto in fretta alla normalità nel periodo subito successivo».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.