Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Coppa Italia Lega Pro: Grosseto-Tuttocuoio 0-3. Il Grifone resiste un tempo

Più informazioni su

di Lorenzo Falconi —

GROSSETO – In una gara surreale e giocata a porte chiuse, il Grosseto inaugura il nuovo corso dirigenziale perdendo per 3-0 tra le mura amiche contro il Tuttocuoio. Un risultato eccessivamente largo per la giovane squadra biancorossa che ha già più di un piede fuori dalla Coppa Italia di Lega Pro. Al 3’ la prima conclusione a rete da parte di Gelli, il pallone, sporcato dalla difesa biancorossa, è bloccato a terra in due tempi da Pini. Al 9’ la risposta di Asante con un tiro velenoso da fuori che costringe Bacci alla deviazione in angolo con un tuffo sulla sua destra. Il Grifone prende coraggio e anche Boccardi arriva alla conclusione, poi Asante in mischia ci riprova, ma trova sempre Bacci reattivo al 12’. Il Grosseto sale di tono, ma al 18’ Ciprini stende in area Colombo, per il direttore di gara è rigore più espulsione. Dal dischetto va lo stesso Colombo che incrocia il tiro angolando troppo: il pallone centra il palo e torna in campo salvando i biancorossi. Con l’inferiorità numerica Onescu scala a destra in posizione di terzino, Amorfini passa a sinistra, mentre Boccardi arretra sulla linea dei centrocampisti, ridisegnando un 4-4-1. Al 24’ Colombo prova a riscattare l’errore dal dischetto con una punizione che scavalca barriera e traversa, mentre i biancorossi si riorganizzano e al 27’ sfondano a destra con Onescu, il cross lungo sul secondo palo trova Boccardi pronto alla deviazione, ma la retroguardia del Tuttocuoio si salva in prossimità della linea di porta. Al 34’ è ancora un Boccardi, funambolico nel dribbling, ad accendere il Grifone con un tiro a rientrare che Bacci accompagna a fatica in angolo. Al 39’ Cherillo guadagna qualche metro a Del Nero e chiude un diagonale che resta largo e si perde sul fondo, mentre al 43’ Gelli ha sul destro un buon pallone che Pini neutralizza distendendosi.

Più blanda la ripresa, anche se il Tuttocuoio alza il baricentro forte dell’uomo in più, ma è il Grosseto ad avere l’occasione migliore dopo 12 minuti, quando la retroguardia pisana sbaglia un disimpegno e Boccardi da distanza ravvicinata spara su Bacci. Al 18’ però passa il Tuttocuoio con un colpo di testa di Colombo che trasforma in rete un cross di Pacini. La gara sembra spegnersi, poi il Grosseto prova a raddrizzarla con Asante che in diagonale al 32’ colpisce troppo debole. Sfumata l’occasione il Tuttocuoio raddoppia al 37’, ancora con Colombo, ancora di testa. Nel finale c’è gioia anche per Salustri che si accentra dalla sinistra e conclude rasoterra nell’angolino per il 3-0 finale. Domenica 24 agosto trasferta a Roma per affrontare la Lupa e per chiudere il girone eliminatorio.

GROSSETO – TUTTOCUOIO (0-0) 0-3
GROSSETO: Pini, Onescu, Cipriani, Fratini, Del Nero, Callegari, Amorfini, Asante, Gioè (42’st Romani), Boccardi (40’st Masini), Prati (35’st Adani). All. Russo. A disp. Grossi, Ricci, Biraschi, Serdino. TUTTOCUOIO: Bacci, Pacini, Salustri, Deiola (1’st Mulas), Ingrosso, Falivena, Konate, Pane (8’st Tempesti), Cherillo (35’st Colombini), Colombo, Gelli. All. Alvini. A disp. Morandi, Mancini, Di Giuseppe, Vitale. Arbitro: Fourneau di Roma 1. Marcatori: 18’st Colombo (T), 37’st Colombo (T), 45’st Salustri (T). Note: gara disputata a porte chiuse. Espulso: al 18’pt Cipriani per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Konate, Callegari, Falivena. Angoli: 4-6. Recupero: 1’pt, 4’st.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.