Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dalla scuola alla piazza: in 160 per ballare la “danza del minatore”

Più informazioni su

RIBOLLA – Un nuovo appuntamento con “La miniera a memoria” animerà domani, martedì 20 maggio, dalle 16 piazza della Paga a Ribolla. Un appuntamento per coinvolgere tutta la comunità intorno al ricordo della tragedia della miniera del 4 maggio 1954, dove morirono 43 lavoratori, in modo gioioso e mandare una messaggio di speranza affinché tragedie simili non accadano più.

Ecco, quindi, che la Porta del Parco, centro civico ed ex cinema, organizza, una festa di piazza con giochi tradizionali, racconti, poesia estemporanea e l’esibizione di 160 ragazzi e ragazze nella danza “Minatore di Ribolla: gesti del lavoro e del ricordo”. Lo spettacolo, già presentato in occasione della commemorazione ufficiale del 4 maggio scorso, vuole ricordare il lavoro del minatore, la fatica e l’impegno di una professione che ancora oggi mette a rischio la vita dei lavoratori, come ricorda la recente tragedia di Soma in Turchia. E’ stato realizzato insieme alla scuola primaria di Ribolla e alle asociazioni Auser, “Sergio Lampis” “Improvvisar cantando”, “Amici della miniera” e Comitato Festeggiamenti, su testi di Gabriella Pizzetti e Domenica Capolupo e musica di Bruno Baldassarri.

La manifestazione “La maniera a memoria” è promossa dal Comune di Roccastrada, insieme a Coeso Società della Salute, Parco tecnologico archeologico delle Colline metallifere, con il patrocinio della Provincia di Grosseto e della Regione Toscana e con il contributo di Cgil, Fondazione Memorie Cooperative, Isgrec, Maestri del Lavoro, Anmil e Fondazione Bianciardi. Per informazioni: ufficio cultura del Comune di Roccastrada 0564 561230 – p.martini@comune.roccastrada.gr.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.