Il Giunco.net - Notizie in tempo reale, news in Maremma di cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Grosseto il primo impianto sportivo di tiro con l’arco per atleti disabili

Più informazioni su

GROSSETO – È l’unico impianto in Italia totalmente accessibile per atleti disabili. L’impianto sportivo per la pratica del tiro con l’arco si arricchisce di una percorso dedicato ai diversabili. È stata inaugurata questo pomeriggio, alla presenza del Sindaco Emilio Bonifazi e dell’assessore allo sport Paolo Borghi, oltre al presidente della “Compagnia maremmana arcieri Fabio Giomi”, la nuova struttura realizzata dal Comune di Grosseto in collaborazione con la “Compagnia maremmana arcieri”. Un impianto che consente a tutte le persone che desiderano praticare questa disciplina, anche in carrozzina, di farlo in piena autonomia, potendo gestire senza aiuto alcuno la verifica dei punteggi o il recupero delle frecce.

La struttura, di proprietà comunale e in concessione alla “Compagnia maremmana arcieri”, è composta da un campo di tiro con l’arco dove viene svolta l’attività all’aperto e di un edificio adibito a spogliatoio, con servizi igienici, uffici e tunnel di tiro.

“L’impianto fu realizzato alla fine degli anni settanta e non prevedeva strutture per l’abbattimento delle barriere architettoniche nel campo di tiro all’aperto – spiegano il sindaco Emilio Bonifazi e il vice sindaco e assessore allo Sport, Paolo Borghi -; con questo intervento abbiamo voluto dare la possibilità a tutti di accedere a questa disciplina sportiva, senza alcun tipo di impedimento. Grazie a questa opera, il campo di tiro con l’arco di Grosseto è l’unico in Toscana e uno dei pochi se non l’unico anche in Italia a essersi dotato di un percorso per arcieri disabili. Cosa questa che ci rende orgogliosi perché è la testimonianza del connubio perfetto tra la pratica sportiva e la solidarietà, dello stretto legame che esiste tra l’attività fisica e il senso civico e sociale”.

Per il percorso, lungo 104,95 metri, è stata impegnata una somma di poco inferiore a 16mila euro. La struttura è stata realizzata in cemento armato idrorepellente, corredato delle necessarie racchette di ritorno, verifica e recupero delle frecce, protetto da un’apposita verniciatura antiusura e idrorepellente. Inoltre si è provveduto alla predisposizione di impianto elettrico per l’intero percorso.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di Il Giunco.net, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.